you reporter

FRATTA

La cultura sta di casa al mulino

Il Pizzon alza il sipario sul calendario eventi: si inizia domenica prossima con la Trombetta.

La cultura sta di casa al mulino

Il mulino al Pizzon, dopo la fase del restauro, manutenzione e riavvio dell’ospitalità dopo l’incendio del 28 ottobre 2018, si prepara all’apertura della nuova stagione di attività ed eventi, dal titolo “Vediamoci al Mulino”, che vogliono rendere il locale “un centro dove si macina cultura e convivialità”, in collaborazione con la cooperativa sociale Cedi e il Centro turistico giovanile.

Un ecomuseo che ospita varie attività, tra cui le visite multisensoriali, corsi di voga alla veneta, cicloescursioni tematiche, passeggiate di lettura del paesaggio, animazione teatrale e musicale, pesca, osservazione delle stelle, presentazione di libri e tanto altro.

Ad iniziare il programma di eventi, l’appuntamento è per domenica 16 quando ci sarà la presentazione del libro “Cambiare pelle” di Elena Trombetta.

Nel mese di marzo, sabato 21 il primo incontro di cucina mediterranea con degustazione e quadri teatrali dal titolo “I cibi di Venezia all’epoca di Goldoni”, a cura della compagnia I Ruscoletti di Canda. Per aprile, in programma per domenica 26 la camminata Ctg “Le Terre della Vespara”.

Sabato 16 maggio, al pomeriggio, invece, verrà organizzata una tavola rotonda con conferenza stampa su “I grani antichi”, un corso gastronomico con chef su pane, pasta, polenta. Domenica 17 maggio un altro incontro di cucina mediterranea dal titolo “Menù del mugnaio”. E per concludere il mese di maggio, sabato 23 un’altra iniziativa a cena con “Delitto al Mulino” a cura della compagnia I Ruscoletti di Canda.

Nel mese di giugno, domenica 14 presentazione del 61esimo numero di “Ventaglio 90”. Domenica 5 luglio, invece, si terrà la seconda festa del fiume, con un altro incontro di cucina mediterranea e “Menù del barcaro”, assieme alla presentazione del libro “I barcari raccontano i cavallanti” di Marina Bovolenta per omaggiare la sosta, all’approdo del mulino, della comitiva che compie il percorso Ostiglia-Foce del Po in barca accompagnata da due carrozze a cavalli lungo il percorso arginale. Per terminare, sabato 15 agosto con la “Serata delle stelle”, come ultimo appuntamento di cucina mediterranea.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl