you reporter

Furto

Rapina e terrore: Anziano legato e picchiato in casa

Torna l’incubo delle rapine in casa.

Rapina e terrore: Anziano legato e picchiato in casa

Tre uomini, con accento dell’Est che si sono introdotti in un bel casolare ristrutturato ad Angiari dove abitavano 2 anziani benestanti.

I malviventi hanno infranto un vetro del bagno al piano terra e poi sbloccato la serratura. Sandrini era già in camera da letto. La moglie indossava le cuffie per ascoltare la televisione in soggiorno e all’inizio non si è accorta di niente.

Come scrive l'Arena i tre malviventi dopo essere entrati dalla finestra sfondata sono subito saltati addosso a Sandrini, lo hanno spintonato e picchiato, quindi lo hanno fatto alzare immobilizzandolo su una sedia, utilizzando come laccio la cintura dei suoi pantaloni. Hanno poi preso il suo telefonino cellulare e lo hanno mandato in frantumi.

Volevano sapere dove la famiglia tenesse la cassaforte. È stato inutile per Sandrini negare che ci fosse il forziere. Uno dei malviventi, quello descritto come più violento, ha continuato a colpire l’anziano in volto. 

I tre erano incappucciati e indossavano guanti da lavoro. Ad un certo punto, la donna che nel frattempo si era appisolata si è svegliata di soprassalto ed è andata in camera trovando il marito sanguinante. I tre uomini erano ancora in casa, ma a quel punto, dopo un veloce passaggio in camera da letto, con i tremila euro trovati, sono scappati facendo perdere le loro tracce. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • ROBALT10

    08 Febbraio 2020 - 16:04

    ...e poi i benpensanti del PD sono contro il difendersi in casa propria con un'arma.? Disarmante!!!

    Rispondi

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl