you reporter

Il caso

Scarti tessili per la strada preso cinese di Rovigo

E' stato pizzicato a Prato insieme a due connazionali

Scarti tessili per la strada preso cinese di Rovigo

E’ diventato un vero problema l’abbandono di rifiuti tessili. Dopo che a fine gennaio a Cavarzere sono stati ritrovati circa 100 sacchi neri con all’interno scarti di lavorazione tessile, lungo il ciglio di una strada sterrata, anche in Toscana, e precisamente a Prato un cinese residente nella provincia di Rovigo, è stato beccato mentre faceva la stessa cosa. L’uomo, un 47enne, era insieme a un 52enne residente a Pisa e un 42enne residente a Mantova quando è stato preso dalla polizia di stato di Prato mentre nelle immediate vicinanze del loro furgone c’erano alcuni grossi sacchi neri contenenti scarti tessili di lavorazione industriale.

Due di essi hanno precedenti di polizia. Nel furgone c'erano 40 grossi sacchi di scarti tessili simili ai quattro poggiati a terra nelle vicinanze del veicolo. E’ apparsa così evidente l'attività illegale di smaltimento di rifiuti industriali posta in essere dai tre cinesi. Ecco che la polizia di stato li ha denunciati per raccolta, trasporto, smaltimento e commercio di rifiuti senza autorizzazione nonché deposito o abbandono incontrollato di rifiuti, mentre il furgone ed i sacchi sono stati posti sotto sequestro. Non è il primo ritrovamento di sacchi neri con scarti tessili: la Forestale aveva compiuto un sequestro simile anche a Bagnoli, in provincia di Padova, coadiuvata dalla stazione locale dei Carabinieri. Le indagini infatti stanno proseguendo da diverso tempo e, a quanto trapela, porterebbero fino alla provincia di Rovigo dove, tre anni fa, è stato incendiato un capannone tessile. Un fenomeno che sta diventando preoccupante.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl