you reporter

Badia Polesine

Incendio, tre mesi per sistemare

Ordinanza del sindaco per la messa in sicurezza e lo smaltimento dei rifiuti.

Incendio, tre mesi per sistemare

Il Comune di Badia fa la sua parte affinché l’area di via Cappuccini colpita dall’incendio venga ripristinata. Come richiesto da Arpav, l’Agenzia regionale per la prevenzione e la protezione ambientale, all’indomani dell’incendio gli uffici comunali hanno emesso un’ordinanza “per la messa in sicurezza, il corretto smaltimento dei rifiuti generati dall’incendio e per il ripristino dello stato dei luoghi”. Firmato dal sindaco Giovanni Rossi, l’atto è stato preparato subito dopo che i tecnici di Arpav hanno reso noti i risultati dei loro rilevamenti.

L’ordinanza sindacale esprime la necessità “di eseguire entro 90 giorni dalla notifica del provvedimento la messa in sicurezza del sito, la rimozione di tutti i rifiuti presenti, provvedendo alla raccolta separata, al loro raggruppamento per tipologie omogenee, al trasporto ad idoneo e regolare smaltimento e al ripristino dello stato dei luoghi nel rispetto delle norme in materia”.

Tra le richieste, c’è anche quella di “presentare una relazione conclusiva” e “comunicare con anticipo l’inizio delle operazioni di rimozione e smaltimento-recupero”. Come ricostruito attraverso i rilievi dei tecnici dell’Arpav, l’incendio ha distrutto tre capannoni, ma ciononostante i fumi non avrebbero interessato le abitazioni limitrofe, date le condizioni meteo caratterizzate da deboli venti provenienti da nordest. Quindi le polveri provocate dall’incendio si sarebbero sparse velocemente nell’aria, dirigendosi verso le campagne circostanti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl