you reporter

Politica

Il Comune: “Mitigheremo le tasse”

L’amministrazione respinge del tutto le accuse del consigliere Parisotto su scuola Collodi e ponte di Baggiolina

Il Comune: “Mitigheremo le tasse”

Il Comune studia un modo per abbassare le tasse ai cittadini. Lo annuncia l’amministrazione comunale, in un documento lungo una pagina e mezza con cui risponde punto su punto alle critiche a 360 gradi mosse, nei giorni scorsi, dal consigliere comunale di opposizione Pierluigi Parisotto. “Tutte le aliquote sono al massimo”, aveva detto Parisotto. Ma l’amministrazione replica, e rilancia: “E’ falso. L’unica ad esserlo, come in tantissimi Comuni, è l’addizionale comunale” dell’Irpef, “per la quale abbiamo in mene fin da quest’anno interventi mitigatori”. Dunque, imposta sul reddito giù, in parte, a Cavarzere. “Tutte le altre tariffe - dicono dal Comune - dei servizi a domanda individuale non hanno mai subito alcun incremento e hanno una percentuale di copertura del costo molto bassa”. Questo vuol dire che il Comune integra di tasca propria i servizi, per non gravare su quelle dei cittadini.

Nella lunga replica a Parisotto, non possono mancare due passaggi su ponte Baggiolina e sulla scuola Collodi. Sul tema caldo dell’istituto scolastico, l’amministrazione ricorda il “grande sforzo che ha permesso di mettere a disposizione dei ragazzi, fin da gennaio, i padiglioni di nuovissima costruzione. La scelta di trasferire la scuola solo da settembre è stata compiuta dalla direzione didattica. I padiglioni, lo ribadiamo, sono già a disposizione, e nel momento in cui entreranno i ragazzi troveranno una struttura d’eccellenza”.

Sul ponte: “Tutto quello che dice Parisotto è falso - tuonano dal Comune - c’è stato addirittura un consiglio comunale in cui il progettista incaricato del ripristino del ponte ha incontrato gli abitanti spiegando loro tempi e difficoltà legate ad un momento in cui, appena affidati i lavori, non vi era la possibilità materiale di accedere al cantiere a causa delle piene. Ora i lavori procedono con le tempistiche consentite dalla complessità dell’intervento”. “Comunque - dicono dall’amministrazione - vorremmo ricordare al consigliere Parisotto che le soluzioni da lui proposte al tempo, come quella di sostituire il ponte con un grosso tubo da interrare, furono giudicate dai tecnici non percorribili”.

Poi non mancano le accuse, politiche ma non solo. Come quella di aver lasciato “un Comune sommerso di debiti, risanato proprio grazie alle politiche messe in campo da Tommasi”. L’amministrazione ricorda la “cura dimagrante” a cui sono stati sottoposti i bilanci pubblici e lo “sforzo di razionalizzazione dei servizi”. Quindi contesta l’attacco dell’ex sindaco sul fatto di aver “lasciato scadere colpevolmente il piano interventi: falso. Non ci sembrò istituzionalmente corretto vincolare una possibile nuova compagine amministrativa a scelte prese da una amministrazione in scadenza. E comunque, come si dimostrò, l’obbligo di versamento dei tributi permaneva”. Difesa a spada tratta, poi, per l’assessore Orlandin sul voto di “reiterazione di uno strumento, senza alcuna variante o discussione per singole aree in consiglio, approvato nel 2011 dallo stesso Parisotto”, e di un altro assessore per il “bonus facciate. Il fatto che possa essere applicato anche ad edifici comunali è totalmente priva di fondamento”. “Parisotto - concludono - non ha mai proposto un serio tentativo di fare opposizione costruttiva, ma sempre e solo attacchi denigratori”. E la polemica, c’è da giurarci, continua.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl