you reporter

ROVIGO

Baldetti, si decide a porte chiuse

La decisione, spiega la guida dell’aula: “La prevede il regolamento per non recare danno all’ente”

Baldetti, si decide a porte chiuse

04/03/2020 - 21:42

La questione cruciale per Rovigo, l’accordo sulla Baldetti, che chiuderebbe la partita delle piscine comunali con uno sforzo economico del Comune di Rovigo di circa 4,5 milioni di euro, ma al tempo stesso svincolerebbe altrettanti milioni di euro vincolati in bilancio, proprio a causa di questo nodo, si deciderà in un consiglio comunale a porte chiuse. Anche la commissione che precederà la discussione in aula si farà a porte chiuse. E i verbali di seduta? Saranno secretati. Così una seduta che per definizione è pubblica, discute di soldi (tanti soldi) pubblici diventa privata, o semi privata.

“E’ la proposta che il segretario generale Alessandro Ballarin ha fatto sulla base del regolamento comunale - ha spiegato il presidente del consiglio comunale Nadia Romeo - Infatti l’articolo 52 del regolamento prevede che la seduta sia svolta a porte chiuse quando dalla pubblicità possa derivarne un pregiudizio per l’ente”. I consiglieri comunali, che sempre secondo questo regolamento “su quanto abbia formato oggetto di discussione in seduta segreta sono tenuti al segreto d’ufficio”, avrebbero saputo della proposta domani, nella conferenza dei capigruppo, che fisserà anche la data del consiglio, proposta per sabato, e la commissione, anche questa a porte chiuse.

Qual è il pregiudizio per il Comune? “Stiamo parlando di un concordato fallimentare. La prima volta in assoluto che un ente entra in un concordato fallimentare - spiega Romeo - che passa per il consiglio comunale. I concorrenti potrebbero approfittare della pubblicità e optare per altre situazioni e invece noi vogliamo decidere l’opzione migliore per l’ente, senza recare pregiudizio”. Scelte strategiche, per carità, anche se sfugge il motivo per cui un consiglio comunale che sceglie come impiegare i soldi pubblici, su una vicenda nella quale è in ballo anche il futuro delle scelte di Rovigo, il dibattito debba rimanere dentro quattro mura. Segreto. “Lo prevede il nostro regolamento - continua a ripetere Romeo - Vogliamo chiudere la partita nel miglior modo possibile per la città e per i cittadini, che è l’obiettivo principale. La segretezza riguarda gli aspetti più tecnici, comunque, il valore economico sarà un dato pubblico, non censurato. Non appena la delibera passerà verrà divulgata la chiusura e l’importo quello che interessa il cittadino”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl