you reporter

Alto Polesine

Ancora rifiuti su strade e argini

Nuovi casi di abbandono a Stienta e Castelmassa.

Ancora rifiuti su strade e argini

Continuano gli abbandoni di rifiuti lungo gli argini e le strade di campagna, nell’Alto Polesine. Nemmeno l’emergenza sanitaria riesce a bloccare i soliti furbetti che, probabilmente approfittando dell’oscurità della notte, decidono di abbandonare i loro rifiuti di vario genere, spesso anche inquinanti, in diverse zone più o meno isolate.

Ultimi, solo in ordine di tempo, i sacchi lasciati nella notte tra domenica e lunedì, davanti ad una casa disabitata in via cavo Bentivoglio nel territorio comunale di Stienta. Diversi sacchi di plastica contenenti la normale immondizia che si produce quotidianamente in casa, con rifiuti indifferenziati, ma anche sacchi contenenti vecchie coperte e indumenti.

Non è andata meglio a Castelmassa dove qualcuno, sempre coperto dal buio e dalla chiusura al traffico, ha abbandonato sulla sommità arginale del fiume Po, alcuni sacchi contenenti pezzi di vecchi computer. Rifiuti elettronici o meglio Raee, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, che per legge vanno smalti in presso le aree ecologiche o nei centri di raccolta, evitando di smaltirlo nelle normali discariche insieme agli altri rifiuti.

I rischi per l’ambiente e per la salute, dovuti allo smaltimento non corretto o all’abbandono di questi rifiuti, sono altissimi e derivano dalla dispersione incontrollata di sostanze come il mercurio e i clorofluorocarburi, che sono tossiche ed inquinanti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Ci sono 4 nuovi contagiati
CORONAVIRUS IN VENETO

Ci sono 4 nuovi contagiati

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl