you reporter

CORONAVIRUS

“Restate a casa, irresponsabili”

L’appello del sindaco Henri Tommasi: “Troppe segnalazioni di gente in giro senza motivo”

“Restate a casa, irresponsabili”

Il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi alza la voce rispetto a chi trasgredisce le regole che, in questo momento, dispongono di restare in casa, a meno di urgenze indifferibili e legate a necessità primarie. Un comportamento che sarebbe doveroso da parte di tutti, per evitare che il ritmo del contagio da coronavirus cresca e possa mettere in crisi il sistema sanitario regionale, così come italiano.

“Continuano ad arrivare - spiega il primo cittadino di Cavarzere - segnalazioni di assembramenti. Dovete stare a casa. Uscire è da irresponsabili, sia che si tratti di adulti che di ragazzi”.

Le norme divulgate rispetto alle misure di contenimento per l’emergenza da coronavirus, che comprendono il rimanere a casa evitando assembramenti, mantenere le distanze di minimo un metro e indossare protezioni come guanti e mascherine sembrano essere sottovalutate, in città come altrove: in questi giorni infatti sembrano essere pervenute alcune segnalazioni di cittadini che continuano a non osservare le norme.

In primis a non essere rispettato è il divieto di assembramento, per questo il sindaco Henri Tommasi alza la voce: “In varie occasioni si è reso necessario l'intervento delle forze dell'ordine. Ripeto: dovete stare a casa. - tuona il sindaco Tommasi - Come ho detto, uscire senza motivo è da incoscienti, sia che si tratta di adulti che si tratti di ragazzi. Se si tratta di adulti lo è doppiamente, perché dovremmo essere proprio noi a dare il buon esempio a questi ragazzi e dimostrazione dello spirito di sacrificio che questa emergenza comporta. Se si tratta di ragazzi mi chiedo dove fossero i loro genitori quando hanno visto i ragazzi uscire di casa”.

Poi, un appello a tutti i cittadini. “Questi comportamenti - chiude il sindaco - fanno male non solo a voi stessi, che così facendo mettete a rischio la vostra salute, oltre che quella delle persone che avete a casa, gli anziani in particolare, ma fa male a tutti noi perché mettete a rischio un sistema sanitario che è al limite della sopportazione. La Regione sta annullando tutti gli interventi chirurgici programmati e le visite alle persone che ne hanno bisogno e che magari aspettavano da tempo. E questo per concentrare tutte le energie solo ed esclusivamente all'emergenza e ai casi di positività in continuo aumento. Vi rendete conto?”.

Sarà determinante, soprattutto, riuscite a limitare il ritmo di crescita del contagio per evitare che il numero dei casi gravi possa arrivare a superare quello dei posti letto di terapia intensiva, attrezzati con dispositivi che garantiscono la respirazione meccanica, con ventilazione polmonare.

La raccomandazione del sindaco quindi in primis è sempre una: rimanere a casa ed evitare assembramenti per contenere il contagio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl