you reporter

IL LUTTO

Tra i decessi della casa di riposo di Merlara c'è anche il polesano Ferruccio

Si è spento la notte scorsa, alla casa di riposo di Merlara, al centro di un focolaio di contagio da coronavirus

Tra i decessi della casa di riposo di Merlara c'è anche il polesano Ferruccio

Si è spento la notte scorsa, alla casa di riposo di Merlara, al centro di un focolaio di contagio da coronavirus. Non aveva mai avuto febbre ed era stato sottoposto al test del tampone lo scorso 10 marzo, ma era risultato negativo ed era stato posto in una stanza per tenerlo separato dai tanti ospiti, invece, positivi al virus. Da quel 10 marzo in poi, a quanto emerge, non erano stati condotti ulteriori tamponi su Ferruccio Zerbinati, 85 anni, muratore in pensione, residente, prima del trasferimento in casa di riposo, in via Sabbioni, nella frazione di Concadirame, Comune di Rovigo. Ferruccio lascia due figli, Nicola e Mario. Aveva avuto un ictus nel 2014 e si trovava a Merlara da tre anni e mezzo.

La notte scorsa è morto, così come un altro paziente della struttura di Merlara, in provincia di Padova, una anziana di Ponso. Aveva lavorato come muratore e pavimentista per 30 anni. Gli ultimi anni prima della pensione lo avevano visto operaio alla Bassano Grimeca.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Ci sono 4 nuovi contagiati
CORONAVIRUS IN VENETO

Ci sono 4 nuovi contagiati

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl