Cerca

Credito

“Mutui, proroga fino a 18 mesi”

RovigoBanca non mette in campo solo la moratoria sui mutui ma anche la rinegoziazione dei debiti

“Mutui, proroga fino a 18 mesi”

Non solo anticipo della cassa integrazione prevista dal decreto “Cura Italia”, ma moratoria dei mutui e una forma di anticipo di liquidità da parte delle banche. A spiegare ciò che sarà possibile chiedere al proprio istituto di credito, nella fattispecie RovigoBanca, il direttore generale Ruggero Lucin.

“Per quanto riguarda le moratorie sui mutui, le richieste da parte dei nostri clienti sono diverse centinaia - ricorda il direttore - tendenzialmente vediamo di accoglierle nella integrità, anche oltre alla previsione di legge, per utilizzare un sistema di sostegno dei clienti e del territorio”. “Rispetto alle previsioni di cui all’ultimo decreto ‘Cura Italia’, ovvero la proroga al 30 settembre dei fidi in scadenza e delle rate dei mutui - prosegue Lucin - c’è anche la possibilità per i privati, e solo in rare eccezioni, di prorogare fino a 18 mesi. Rispetto alla convenzione Abi, invece, moratorie fino a 12 mesi, abbastanza generalizzate e supportate, sia per i privati che per le aziende, da dati che comprovino di aver patito danni materiali durante l’emergenza Covid-19. La valutazione ci sarà, ma l’obiettivo è quello di aiutare tutto il territorio che soffre”.

“Infine - conclude Lucin - valutiamo con attenzione ulteriori iniziative, come quella prevista dall’articolo 49 del decreto ‘Cura Italia’, ovvero l’estensione del fondo centrale di garanzia per la rinegoziazione integrale dei debiti, a condizione che la banca eroghi il 10% dei debiti residui, un modo per garantire del credito alle aziende. E’ un’opportunità che bisognerà saper sfruttare con senso di responsabilità e razionalità da parte delle banche e degli imprenditori”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy