Cerca

ECONOMIA

Cortelazzo sbotta: “Decreti a go-go ma inattuabili”

“Se prendi misure devi avere l’autorevolezza per farle applicare. Ora il sistema bancario in difficoltà”

Cortelazzo sbotta: “Decreti a go-go ma inattuabili”

L'onorevole Cortelazzo a fianco dei piccoli imprenditori. "Non si sono ancora visti i quattrini. Se prendi misure devi avere l’autorevolezza per farle applicare. Ora il sistema bancario in difficoltà”

“Quello degli imprenditori del Nort Est lo ritengo un grido d’allarme motivato. Trovo sacrosanto chiedere di riaprire, di tornare a lavorare, dicono ‘diteci e dateci le modalità i protocolli i distanziamenti noi siamo in grado di farli rispettare”.  L’onorevole e commissario provinciale di Forza Italia Piergiorgio Cortelazzo analizza il decreto "aprile" che sarà varato, se tutto va bene, a maggio inoltrato ed è vicino agli imprenditori del Nord Est che protestano in tutti i comuni.

Altro tema della protesta, non di poco conto per Cortelazzo è “dare la possibilità di riaprire anche da un punto di vista economico. Perché al di là dei 600 euro di bonus per le partite Iva, che non tutti hanno visto, tra l’altro, le piccole aziende, che non hanno istituti bancari alle spalle di cui magari sono anche soci, che devono accedere con una burocrazia enorme al credito annunciato, non sono in grado di ripartire, diciamoci la verità”.

Già perché il ricorso al credito a fondo perduto, le 25mila euro annunciate da Conte, in realtà stanno mettendo in difficoltà molti istituti bancari, anche nel nostro territorio. “Il decreto ‘aprile’ di maggio - continua Cortelazzo - deve ancora essere approvato, dicono che lo approveranno in settimana. Ma poi non è che con l’approvazione del decreto arrivano i quattrini. Le piccole e piccolissime aziende che hanno necessità di rientrare al lavoro, di avere liquidità subito, stanno ancora aspettando. E intanto hanno continuato a sostenere le spese”. In dubbio - il dubbio del buon padre di famiglia - c’è anche la scelta degli aiuti, attraverso l’indebitamento. Che lo stesso forzista non può approvare tout-court.

Le proposte che il gruppo parlamentare che Piergiorgio Cortelazzo rappresenta le proposte le ha fatte: “Sono centinaia, ma non voglio tediare, indico le due principali: aiuto significa soldi quindi proponiamo una moratoria dal punto di vista fiscale per tutto il 2020. Almeno non devi pagare acconti eccetera. Poi è importante per noi attuare una pacificazione fiscale. Chi ha avuto in passato un disguido con l’Agenzia delle entrate, che abbia la possibilità di chiudere non con il 100% più interessi. Certo non parliamo dei grandi evasori fiscali, non vorrei essere frainteso, ma il 99% degli italiani, che hanno il problema del versamento dei contributi, delle multe che non hanno pagato, della rata sfuggita, una pacificazione fiscale seria, insomma, non di quelle che temono i grillini che vedono fantasmi dappertutto”.

Il servizio completo oggi 6 maggio sulla Voce di Rovigo

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy