Cerca

ROSOLINA MARE

Stagione balneare, poco tempo per evitare la rovina

La videoconferenza con la sottosegretario non ha portato a nessuna certezza sulla stagione

Stagione balneare, poco tempo per evitare la rovina

La videoconferenza con la sottosegretario non ha portato a nessuna certezza sulla stagione

Su delega del sindaco Franco Vitale, il vicesindaco Daniele Grossato, rappresenta la città di Rosolina ad un importate tavolo nazionale, Il G20s, che permette di interagire con i Ministeri di riferimento per la situazione spiagge. E’ stata una videoconferenza alla quale ha partecipato la sottosegretario di Stato con delega al turismo, Lorenza Bonaccorsi.

“Con la sottosegretario abbiamo affrontato dei punti che ci hanno gratificato, altri sono rimasti sospesi - spiega Grossato - Si è chiesto di avere indicazioni per il periodo di apertura della stagione, in modo da organizzarci con gli operatori e poterlo comunicare ai turisti. La sottosegretario ci ha ribadito che devono attendere il comitato scientifico con i protocolli sanitari e la verifica degli andamenti, due aspetti che risultano inscindibili”.

“Nello scambio d'informazioni abbiamo fatto presente che diventa fondamentale avere indicazioni di date, aggiungo io, al più presto, abbiamo solo i tre mesi estivi, diversamente l'intera economia turistica dei nostri Comuni salta, non regge più e a questo punto necessiteranno altre programmazioni. Mi auguro che il Governo, in accordo con le Regioni, non lasci i territori balneari senza copertura legislativa e che non rimangano sordi alle richieste del settore”. Alla videoconferenza erano presenti i rappresentanti di Comuni di Rosolina, Arzachena, Castiglione di Pescaia, Cattolica, Cavallino Treporti, Chioggia, Comacchio, Grado, Ischia, Jesolo, Lignano Sabbiadoro, Riccione, San Michele in Tagliamento, San Vincenzo, Sorrento, Vieste.

I sindaci dei Comuni G20s pressano il Governo sulla data di apertura delle spiagge italiane

“Non abbiamo altre chance, abbiamo solo l’estate. Noi il 1° giugno riapriamo!”. 4Dopo diverse lettere inviate al Governo con richieste di interventi urgenti e di incontri diretti, oggi, nella call con la Sottosegretario sono state messe sul tavolo le istanze più urgenti: data di apertura delle spiagge, protocollo sanitario per lavorare in sicurezza, interventi a sostegno di imprese e lavoratori della filiera turistica e promozione.

Durante l’incontro, i sindaci hanno raccolto l’attenzione del ministero, che si impegna a sostenere nelle diverse sedi le richieste dei Sindaci del G20s: Consiglio dei Ministri, Comitato tecnico ccientifico, Conferenza Stato-Regioni, tanti passaggi che speriamo non rallentino l’iter di apertura delle spiagge. La sottosegretario Bonaccorsi ha assicurato che si farà portavoce delle istanze dei sindaci dei Comuni delle più importanti spiagge italiane e le porterà nel prossimo consiglio dei ministri, che dovrà entro questa settimana deliberare il prossimo decreto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy