you reporter

LUTTO A LENDINARA

Lacrime per padre Luciano: scout, Cappuccino, grande persona

Un momento di saluto, davanti alla chiesa, per l'amatissimo frate, ucciso dal Coronavirus

Non si è potuto, causa le limitazioni per coronavirus, celebrare quel funerale al quale tutte le persone che conoscevano, stimavano e volevano bene a Padre Luciano Pastorello, 76 anni, dei Cappuccini, avrebbero volentieri partecipato. C'è stato, comunque, all'esterno della chiesa di Lendinara, un breve saluto, prima che la salma del sacerdote venisse avviata verso Noventa Vicentina, dove riposerà.

E' stato il coronavirus a portare via il 76enne, padre cappuccino, per tanti anni nel convento di Rovigo, che è stato parte attiva nello scautismo rodigino a partire dagli anni 70 e poi fino a livello nazionale per lunghi anni, per poi essere trasferito al convento di  Venezia, ricoprendo anche l'incarico di Padre Provinciale dell'ordine. Incarichi tutti che ha vissuto con umiltà, con delicatezza, con vera dedizione al servizio. Con la sua capacità di comprendere, di rendere semplici e far comprendere le cose difficili, agli adulti, ai bambini, agli adolescenti, ai giovani, con la sua capacità di arrivare al cuore di tutti con dolcezza rara, ha lasciato una scia di bene in chiunque abbia avuto il dono di incontrarlo e che certo mai lo dimenticherà". Così la lettera di ricordo degli Scout di Rovigo per la morte di padre Luciano, frate ucciso dal virus.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl