you reporter

provincia

Mascherine a palazzo ma solo se si è ammalati

Sono le dubbie prescrizioni da seguire affisse sulle porte della Provincia di Rovigo

Mascherine a palazzo ma solo se si è ammalati

Lavarsi le mani, evitare contatti ravvicinati e assembramenti. E usare la mascherina. Ma solo se si sospetta di essere affetti da patologie o si assistono persone ammalate. Sono le prescrizioni da seguire alla Provincia di Rovigo guidata dal presidente Ivan Dall’Ara, come emerge da un cartello affisso a palazzo Celio. Tutto normale, in linea con i protocolli di sicurezza per ambienti di lavoro e locali. Balza agli occhi il punto 7 della lista di prescrizioni che recita “usare la mascherina solo se si sospetta di essere affetti da patologie o si assistono persone ammalate”. Ma come? L’ordinanza regionale non obbliga ad indossare sempre la mascherina? E allora che bisogno c’è di prevederlo solo se si sospetta di essere ammalati (in questo caso sarebbe meglio accertarsene subito e rimanere a casa)? Ma forse quelle prescrizioni sono rivolte a chi lavora in ufficio e all’interno di palazzo Celio... dove però contatti ravvicinati, come al distributore del caffè o lungo i corridoi, devono comunque prevedere distanziamento e, appunto, sistemi di protezione individuale, come guanti e mascherine.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl