you reporter

IL CASO

Il prefetto: “Controlli a tappeto da subito”

Appello alla responsabilità: “Nessuna multa, ma non voglio vedere scene viste in altre province”

Il prefetto: “Controlli a tappeto da subito”

"I controlli partiranno da subito non aspetteremo il fine settimana”. Lo ha dichiarato il prefetto di Rovigo Maddalena De Luca, al termine del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica di ieri mattina, che si è tenuto alla presenza del presidente della provincia Ivan Dall’Ara, del sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo e delle forze dell’ordine. “E’ indispensabile che vengano osservate le misure di distanziamento, le misure di protezione individuale come la mascherina. Ed è necessario che siano osservate in modo responsabile e puntuale - ha spiegato - Non ci sarà più l’obbligo dell’autocertificazione se non per spostamenti tra regioni, nei casi in cui sono consentiti. Dunque i controlli saranno incentrati sull’utilizzo puntuale e corretto dei dispositivi di protezione, del distanziamento sociale ma soprattutto del divieto di assembramento”.

Al momento non sono state elevate sanzioni in Polesine che riguardano la mancanza delle mascherine, o l’inosservanza della distanza sociale, e il prefetto fa appello al senso di responsabilità “finora dimostrato dai polesani”. “Mi aspetto un rigoroso rispetto delle regole anche da questo momento in poi. Non possiamo in alcun modo derogare. Mi aspetto che le scene che si sono viste in altre province del Veneto non si verifichino qui a Rovigo. E’ giunto il momento di rivedersi con amici, con parenti, con affetti, ma in modo responsabile”.

Nessuna volontà di reprimere, e in questo caso Maddalena De Luca ci tiene a rispondere ai complottisti: “E’ il modo che conosciamo per garantire la salute pubblica. Sappiamo che stiamo vivendo un momento molto buio, molto difficile, dove l’epidemia non è alle nostre spalle. Stiamo cercando di convivere con questo virus. Ecco perché il rispetto di queste misure è indispensabile e fondamentale. Nessun intento repressivo, anzi c’è una grandissima collaborazione da parte delle forze delll’ordine anche i casi di distrazione, saranno richiamati al rispetto puntuale delle misure”.

Non si aspetterà dunque il fine settimana, le forze dell’ordine scenderanno in campo da subito. Il sindaco Gaffeo, ai commercianti, ha promesso steward per le strade soprattutto di sera. “Anche perché non siamo noi a poter fare da controllori, soprattutto se gli assembramenti sono a pochi passi dai locali e non nel locale stesso”, fanno notare in molti. Ma questa soluzione rimane ancora una promessa non messa in pratica.

Pugno fermo, dunque, come richiesto a livello regionale dallo stesso governatore Luca Zaia e richiamo al senso di responsabilità. “Siamo passati da zero a cento - conclude il prefetto - non sappiamo ancora a cosa ci porterà questo esperimento che dobbiamo fare, è giusto fare, ma è un atto di fiducia. Speriamo che sia ben riposta”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl