you reporter

controllo della velocità

Torna l’autovelox sulla Statale 16 all’altezza di Bosaro

L’apparecchio fisso sarà installato in un tratto con il limite dei 50: si rischia una strage di multe

Torna l’autovelox sulla Statale 16 all’altezza di Bosaro

Torna l’autovelox sulla Statale 16 all’altezza di Bosaro. Lo ha deciso la giunta guidata dal sindaco Daniuele Panella, che pochi giorni fa ha dato il via libera al posizionamento dell’apparecchiatura per rilevare elettronicamente la velocità dei mezzi in transito su via Nazionale.

L’autovelox sarà posizionato nel varco all’altezza della piazza del paese, al chilometro 50,550 della Statale 16, appena prima del ponte sul Canalbianco per chi procede verso Rovigo. E sarà puntato su entrambe le corsie di marcia, in un tratto dove la velocità massima consentita è di 50 chilometri orari.

Proprio in quel punto, fino a pochi mesi fa, era già presente, fin dal luglio del 2017, l’apparecchio per il rilevamento della velocità. Lo aveva installa, con l’ok della giunta Panella (allora al primo mandato) il comando dei vigili urbani di Polesella, di cui Bosaro faceva parte. Un apparecchio, però, usato per oltre due anni soltanto come deterrente. Come aveva più volte sottolineato, all’epoca, il comandate del corpo di polizia locale, infatti, quell’autovelox - che poteva funzionare soltanto in presenza di un’apposita pattuglia - non ha mai staccato nemmeno una multa. D’altra parte, però, era riuscita nello scopo di far diminuire la velocità in quel tratto di strada rettilineo, proprio nel centro del paese, solcato ogni giorno da migliaia di veicoli.

Rotto (anche per motivi politici) il patto con Polesella, Bosaro condivide ora il servizio di polizia locale con Castelguglielmo e ha dunque un nuovo vigile. L’apparecchiatura, acquistata con i fondi del comando di Polesella, è stata dunque rimossa alla fine dello scorso anno, e da allora non ci sono più occhi elettronici puntati su quel tratto di Statale.

Ora, la giunta di Bosaro corre ai ripari. E questa volta annuncia di voler fare sul serio, dando mandato agli uffici di attivare le procedure di gara per l’attivazione del servizio di controllo, predisponendo anche la spesa necessaria per installare l’apparecchio. Per la giunta, quel tratto di strada “è oggetto di continui incidenti, anche gravi, spesso generati dall’eccessiva velocità”, e dunque va messo in sicurezza. Per questo, sarà installato il velox che - sottolinea la delibera di giunta - non avrà l’obbligo della contestazione immediata. E rischia, davvero, di fare “strage” di multe.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Ci sono 4 nuovi contagiati
CORONAVIRUS IN VENETO

Ci sono 4 nuovi contagiati

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl