you reporter

COMUNE DI ROVIGO

Parcheggi in centro, si torna a pagare

Il Comune aveva tolto costi e tariffe con l’inizio del lockdown, rinunciando a 100mila euro al mese

Parcheggi in centro, si torna a pagare

Da domani si torna a pagare per parcheggiare nelle strisce blu di Rovigo. Si torna dunque al vecchio regime per la sosta in centro negli spazi a pagamento. Dopo il periodo di sosta gratis e l’interregno del disco orario ora a sorvegliare sulle auto torna sua maestà il parchimetro. Fine di tutte le misure che l’amministrazione comunale aveva messo in campo per favorire gli spostamenti e la sosta in città durante il periodo del lockdown. Misure che hanno comportato anche un sacrificio economico per le casse del Comune, circa 100mila euro al mese di risorse derivanti dai parchimetri. In tutto quindi palazzo Nodari ha tagliato introiti per circa 250mila euro.

Un paio di settimane fa il parcheggio gratuito nelle aree con striscia blu era stato sostituito da una fase a disco orario, con la sosta delle vetture che poteva essere gratuita per un’ora e mezza, un sistema per favorire la rotazione dei mezzi in centro storico. Ora si torna al regime originario e quindi con il meccanismo delle tariffe orarie e le monete da inserire nei parcometri. Nei giorni scorsi molti rodigini si erano espressi a favore di un mantenimento del regime a disco orario, ma ad oggi non ci sono stati annunci di una simile proroga.

Erano già stati prorogati, invece, gli abbonamenti per la sosta delle auto negli spazi blu a pagamento. Gli abbonamenti, infatti, dureranno per due mesi e mezzo in più rispetto alla data di scadenza prevista. La giunta comunale aveva infatti deciso di prevedere, per tutti i possessori di abbonamento sosta su strada (tipicamente residenti, titolari di attività e assimilati), la proroga degli abbonamenti in corso di validità e di quelli scaduti nel periodo dal 16 marzo al 30 maggio, concedendo inoltre, a questi ultimi, la possibilità di rinnovarli fino al 5 giugno prossimo, dopo di che perderanno la loro validità.

Con questa iniziativa, l’amministrazione aveva risposto alle giuste richieste dei titolari di abbonamento di parcheggio su strada, che non hanno potuto usufruire della gratuità della sosta dal 16 marzo al 30 maggio, decisa dal Comune nell’ambito delle misure assunte per l’emergenza Covid-19. In più occasioni l’amministrazione comunale ha fatto sapere che è in fase di studio un nuovo piano per la sosta e la mobilità in città.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl