you reporter

PORTO TOLLE

Vandali con l'auto sul campo di lavanda

Ignoti rompono il recinto e si lanciano con l’auto sulle piante. Per fortuna, pochi danni

Vandali con l'auto sul campo di lavanda

Alcuni vandali sono entrati nel campo di lavanda che si trova a Ca’ Mello e che sempre più sta diventando una attrazione turistica e hanno distrutto sette piantine. Enrico Masiero, figlio del titolare, racconta che, come ogni sera, l’ingresso al campo viene chiuso con una catena.

Qualcuno è entrato, ha rotto la catena, e con la macchina ha fatto un giro sopra la lavanda rovinandola – dice - E’ successo qualche notte fa”. L’indomani i titolari sono ritornati al campo e hanno trovato la brutta sorpresa.

“Come sempre c’è chi vuol fare il furbo – commenta un signore - Non capisco cosa possa portare a compiere un atto del genere. Non ha alcun significato, solo il fatto di far vedere l’ignoranza di qualcuno”. Le piantine di lavanda saranno tagliate a fine mese e poi verranno preparati i distillati e quindi i vari prodotti.

“E’ un peccato che la gente si comporti così – continua Enrico - Per fortuna ci sono anche tante persone brave e in questi giorni sono venute a vedere questo manto viola. Lo scorso fine settimana abbiamo visto vere frotte di persone, addirittura qualcuno non sapeva nemmeno dove parcheggiare la macchina”.

“Al campo - prosegue il racconto - si arriva da una strada sterrata, c’erano tante persone. Chi andava e chi veniva”. Insomma, nel Delta è esploso il fenomeno della lavanda, che in questi giorni sta davvero spopolando. E’ apprezzata da tantissimi, arrivati da tutto il Veneto, da altre Regioni e perfino dall’estero. Una curiosità che riguarda la lavanda è che viene seminata anche tra Adria e Corbola, nell’azienda della signora Imelda Zecchin.

Sono ben 15 anni che questa piantagione esiste e addirittura in 40 profumazioni diverse. La curiosità è che 15 anni fa c’era l’idea di formare la “Via della lavanda” che sarebbe partita da Bologna per arrivare sino a Udine. Una vera distesa viola che avrebbe colorato il Delta del Po. Chissà se ora, vista la mania della lavanda appena esplosa, questo progetto non possa finalmente vedere davvero la luce.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Amazon continua a cercare lavoratori
CASTELGUGLIELMO E SAN BELLINO

Amazon continua a cercare lavoratori

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl