you reporter

OCCHIOBELLO

Anziani e scuole nell’ex Outlet. E forse anche un ospedale

E' tra le proposte avanzate dalla nuova proprietà

Anziani e scuole nell’ex Outlet. E forse anche un ospedale

Spunta anche l’ipotesi di una residenza per anziani, tra le ipotesi avanzate dall’attuale proprietà dell’outlet di Occhiobello, una società canadese la Dawn Asset Global Limited Ltd, quotata nel Nasdaq. Ma nel progetto non è escluso l’ospedale e neppure una nuova scuola. Il sindaco non rivela niente, anzi, avverte: “Ancora non ho nulla sul tavolo, nessuna richiesta di autorizzazione, ma sono aperta a tutto, anche perché in un paese di 12mila abitanti i servizi sono necessari. Senza nulla togliere alla casa di cura, che fa il suo servizio alla cittadinanza in maniera impeccabile”.

Insomma, tramontato definitivamente il sogno di un mega centro commerciale, di cui rimane solo qualche negozio, e un sito web che non rispecchia la realtà, l’outlet di Occhiobello potrebbe diventare una cittadella multiservizi. “Il nostro territorio - spiega il sindaco - si presta a moltissime soluzioni. L’idea della cittadella universitaria era stata una mia idea in campagna elettorale, che qualcuno ha ripreso. Ma oramai l’università di Ferrara ha dislocato i suoi studenti nelle case di Ferrara, magari anche a prezzi più alti. Era una mia idea venuta dopo un viaggio in Austria dove avevo visto un enorme campus per universitari, molto bello”.

La rivoluzione dell’outlet, che dalla sua apertura, nell’aprile del 2017 non è mai veramente decollato, tarda ad arrivare.

Dopo il passaggio dalla vecchia proprietà alla Dawn Asset Global Limited srl, amministrata da Stephan Jedynak, per 600mila euro, ci sono stati una serie di ostacoli e stop giudiziari tra la vecchia e la nuova gestione, che non sono ancora state risolte. Finché non si porrà fine alle querelle giudiziarie, tutto sarà bloccato per la nuova fase. “Su questa nuova fase si è già pronunciato Gianluca Galli - continua il sindaco - non avrà più una conformazione di tipo commerciale, ma si aprirà a una fase diversa, dunque stop al commercio e via ai servizi al territorio”.

Il primo cittadino sarebbe favorevole alla cittadella multiservizi: “Anche perché verrebbe meno il problema della concorrenza tra centri commerciali, si affronterebbero percorsi completamente diversi. Sul tipo di servizi, finché non avrò le richieste di autorizzazioni in mano, però non mi sbilancio ”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl