you reporter

CASTELGUGLIELMO

Passerini dice “no” al 5G e a Iliad

La compagnia telefonica ha comunicato l’installazione delle frequenze durante il Lockdown. Il sindaco irritato vuole evidenze scientifiche. “Fino ad allora massima cautela per la salute”

Passerini dice “no” al 5G e a Iliad

Maurizio Passerini

C’è Iliad dietro la richiesta al Comune di Castelguglielmo di potenziare con le frequenze 5G le antenne del Comune. Una comunicazione di inizio fatta durante il periodo di lockdown in cui le compagnie telefoniche non sono state con le mani in mano, visto l’utilizzo crescente di Internet e delle comunicazioni via etere, ma che ha spiazzato il sindaco Maurizio Passerini.

Il primo cittadino non fa mistero di essere stato fondamentalmente “irritato dalla comunicazione che non ha tenuto conto del lockdown e dei comuni senza funzionari, per far scadere i termini” e ha emanato un’ordinanza che fa “divieto di implementare la tecnologia 5G su tutto il territorio comunale, o di sperimentare/attivare nuove installazioni”.

La ragione è semplice: “Non sappiamo ancora se questa tecnologia fa male o no - dice Passerini che è un medico - Siccome siamo ancora in attesa di un giudizio sulle conseguenze sulla salute dell’uomo da parte dell’Istituto superiore della sanità e dell’Inail, nonché dell’International Agency for research on cancer, applico il principio precauzionale sancito dall’Unione europea”.

il servizio completo sulla Voce di Rovigo di oggi 23 giugno

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl