you reporter

PORTO VIRO

In centinaia, per l'ultimo viaggio di Emanuele

L'addio al giovane ingegnere portato via dalla malattia a soli 43 anni

La chiesa di San Bartolomeo, a Contarina, non ha potuto contenere tutte le persone venute ieri a salutare per l’ultima volta Emanuele Ferrari, il giovane ingegnere di appena 43 anni portato via da una malattia che non gli la lasciato scampo. Il giovane professionista, che lavorava nella ditta Zennaro Legnami, è stato accompagnato nel suo ultimo viaggio, ieri alle 16.30 in una bara bianca, il cui passaggio ha commosso tutti i presenti. La chiesa, che per le misure anti Covid-19 poteva accogliere 103 persone, non è bastata. In tanti hanno assistito alla emozionante e partecipata cerimonia all’esterno, nel sagrato della chiesa di San Bartolomeo.

Composta e silenziosa tutta la cerimonia, che ha testimoniato l’affetto e anche lo sgomento di una città per una giovane vita che se n’è andata via. E’ morto per una grave malattia, che ha affrontato con grande forza di volontà. Si occupava di tecnologia delle abitazioni ed era un punto fermo per l’azienda portovirese. Viveva con i genitori e lascia una sorella, Delia. La famiglia è conosciuta perché ha una ditta di marmi in città.

Emanuele, un ragazzo molto distinto, un gran lavoratore e spesso in viaggio, in ragione della sua professione, ha lottato fino alla fine, come ha ricordato il primo cittadino Maura Veronese. La famiglia Ferrari è molto nota a Porto Viro e stimata, proprio come lo era il giovane ragazzo. Tanti i colleghi della ditta Zennaro Legnami srl, che si trova sulla Romea e a cui ha dedicato la sua professionalità. La ditta aveva comunicato con dolore il lutto che aveva colpito la famiglia Ferrari.

"Con grande dispiacere e dolore comunichiamo che questa mattina l’ingegner Emanuele Ferrari ha lasciato questa vita. E’ stato per noi un importante collaboratore che, con grande professionalità, serietà e responsabilità, ha contribuito in modo significativo alla crescita aziendale nell’area strutture".

"Lo ricorderemo - prosegue il commosso ricordo - nei nostri cuori, per la sua tenacia e capacità nell’affrontare ogni criticità nel mondo del lavoro e soprattutto per come ha affrontato la malattia, vivendo intensamente ogni giorno come fosse l’ultimo e senza rimpianti. Lo accolga il Padre Celeste tra le sue braccia. Tutta la Zennaro Legnami, in questo momento di dolore, è vicina con affetto alla famiglia Ferrari e porge le sue più sentite condoglianze".

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl