you reporter

AMBIENTE

Coimpo, lo spettro di nuovi acquirenti

L'interrogazione presentata dalla minoranza sul caso Coimpo

Coimpo, lo spettro di nuovi acquirenti

Possibili acquirenti per il sito ex Coimpo? E’ lo spettro che si abbatte sulla comunità adriese, in particolare su quella di Ca’ Emo. Le voci che circolano da tempo sembrano essere qualcosa di più di un semplice chiacchiericcio, così i consiglieri comunali di minoranza (Bobosindaco, Cavallari2.0, Fratelli d’Italia, Lega e Pd) vogliono vederci chiaro. Ed hanno presentato un’integrazione all’odg di convocazione del consiglio comunale già inoltrata qualche giorno fa. Avanzano la “richiesta di aggiornamenti sulla situazione dell'impianto di stoccaggio e trattamento fanghi nel sito in località Ca’ Emo ex sede Coimpo, quindi aggiornamenti su eventuali proposte formulate da terzi per un suo futuro riutilizzo”.

La seconda parte della richiesta, dunque, sembra prospettare un quadro alquanto inquietante: ovvero che ci siano sul tavolo proposte di qualche soggetto interessato a un futuro riutilizzo dell’impianto. Intanto l’amministrazione comunale, senza alcun obbligo amministrativo, ha deciso di partecipare a un bando della Regione per circa 500mila euro per azioni di messa in sicurezza del sito e carotaggio dei materiali. Per questo progetto, portato avanti dall’assessore all’ambiente Matteo Stoppa, il comune si impegna a spendere il 20% dell’importo, ovvero sui 120mila euro. Una scelta mai passata per il consiglio comunale, pertanto è facile immaginare che anche su questo le minoranze alzeranno le barricate non contro il progetto in sé, ma per il fatto che tale spesa ricada sulle tasche degli adriesi, visto che non spettava al comune assumersi tale onere.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl