you reporter

SINDACATO

“Ampliare lo stop ai licenziamenti”

Convegno con il deputato Fornaro (Leu). “Gli ammortizzatori sociali restano fondamentali”

“Ampliare lo stop ai licenziamenti”

“Un’iniziativa che intende affrontare i temi e le priorità legate al rilancio del Paese nell’attuale situazione di emergenza sanitaria, pur non potendo considerare l’emergenza stessa ancora terminata e dando perciò sempre precedenza all’aspetto della tutela della salute delle lavoratrici e dei lavoratori e più in generale della salute pubblica”.

Queste le parole del segretario generale della Cgil Rovigo, Pier Alberto Colombo, che introdotto l’evento online “Pubblico e privato: le priorità per il rilancio del Paese”. La conferenza è stata organizzata da Cgil Rovigo ed è stata trasmessa in diretta sulla pagina del sindacato rodigino.

All’iniziativa erano presenti come relatori il segretario generale di Cgil Veneto, Christian Ferrari, e Federico Fornaro, capogruppo alla Camera di Articolo 1-Leu. Erano inoltre presenti Elisa Cavallaro (segreteria Filcams) e il segretario della Flai Mauro Baldi.

Dopo l’introduzione ha preso la parola Fornaro, che ha esordito: “Il governo ha certamente compiuto alcuni errori nella gestione del virus ma è anche vero che questo terreno era inesplorato per tutti. Gli italiani hanno dato una grande prova di senso civico nell’affrontare l’emergenza. Lo Stato si è comportato da regolatore, che è un aspetto fondamentale delle sue funzioni ma non basta, c’è bisogno di uno stato che sia innovatore per quanto riguarda il sistema delle imprese, affrontando la sfida e le sfide che ci attendono. Siamo dentro una rivoluzione globale ma anche ambientale e digitale, fare impresa oggi in Italia non è facile, non si può pensare di fare profitti sulle spalle dei lavoratori, aumentando le disuguaglianze sociali invece di abbatterle”.

In seguito interviene Christian Ferrari che ha aggiunto: “Bisogna essere chiari, fin quando non avremo superato del tutto questa emergenza sanitaria, noi non riusciremo a rilanciare pienamente e produttivamente non solo il Veneto ma anche l’Italia e tutta l’economia mondiale. C’è chi ha dato priorità alla situazione economica rispetto alla salute, fortunatamente l’Italia non l’ha fatto mettendo al primo posto il benessere dei cittadini. Abbiamo di fronte uno scenario economico che non si vedeva da tempo, siamo di fronte ad un abisso. Molto è stato fatto in questi giorni ma molto ancora c’è da fare, servono ulteriori provvedimenti come il prolungamento della moratoria dei licenziamenti e la copertura ulteriore degli ammortizzatori sociali, che sono indispensabili”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl