you reporter

PORTO VIRO

Una cena per lanciare la corsa alla Regione

Simpatizzanti e militanti si sono ritrovati, in un clima di entusiasmo e fiducia

Una cena per lanciare la corsa alla Regione

Foto di gruppo per i partecipanti alla cena della Lega

18/07/2020 - 21:00

Il gruppo di militanti e sostenitori della Lega di Porto Viro e del Delta del Po si è dato appuntamento al ristorante Il Ghebo a Scanno Cavallari per festeggiare l’estate 2020.

Ad organizzare la serata Marino Tessarin, segretario della sezione di Porto Viro. "Tra noi vedo gli storici della Lega, i vecchi sostenitori e anche i giovani – ha detto - Ci sono amici arrivati da Ca’ Emo, da Porto Viro, Loreo, Rosolina. Siamo numerosi e ne sono felice. La serata è bella e il nostro obiettivo è crescere come movimento. Le porte sono aperte a tutti. A settembre ci sono le elezioni regionali e dobbiamo sostenere la Lega. Visto che il Basso Polesine ha fatto tanto, continuerà a fare tanto. Viva la Lega di Matteo Salvini, via il presidente Luca Zaia, viva la nostra Regione del Veneto".

Tra i tavoli l’assessore regionale Cristiano Corazzari; Diego Crivellari, assessore del Comune di Porto Viro; Michele Capanna, consigliere comunale di Porto Viro; Pako Massaro, responsabile della circoscrizione del Delta; Marco Tiozzo, segretario di Rosolina; Giovanni Moretto, vicesegretario di Porto Viro.

"Il lavoro viene da lontano e viene fatto in silenzio ogni giorno – ha spiegato Corazzari - Porto Viro è la terza città del Polesine ed è sempre stata ai primi posti per quanto riguarda i risultati elettorali grazie ai suoi cittadini. Alle ultime europee il 55% dei voti Lega sono arrivati da Porto Viro, delle percentuali che se la sognano anche a Treviso e a Bergamo. Quindi dobbiamo essere orgogliosi della nostra gente, però dobbiamo lavorare per crescere. E’ importante dare forza alla Lega in un momento come questo. Ci sono le elezioni regionali alle porte, il presidente Luca Zaia si ricandiderà e siamo sicuri che farà un grande risultato".

"E’ una figura che dà lustro alla Lega e ricordatevi che il presidente Zaia è un leghista doc, quando vi dicono che ci sono dei contrasti all’interno della Lega tra Zaia e Salvini sono tutte bugie che dicono chi ci vuole dividere. Zaia è il primo dei leghisti e noi dobbiamo dargli un sostegno importante, è il miglior candidato e il miglior governatore. E’ stato l’unico che in uno situazione di emergenza ci ha insegnato che dobbiamo guardare avanti. Ha affrontato l’emergenza Coronavirus in una maniera tanto efficace da far diventare il Veneto un esempio, non solo a livello italiano ma un esempio positivo anche a livello internazionale. Anche i più importanti giornali mondiali hanno riconosciuto che il Veneto è un esempio da copiare".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl