you reporter

Commercio

Saldi in partenza a budget ridotto

La crisi pesa sulle tasche dei consumatori: il 60% di chi comprerà vuole spendere meno di 100 euro

Saldi in partenza a budget ridotto

Pochi giorni all’avvio dei saldi. Ma tra crisi economica, conseguenze del lockdown e rinvio ad agosto, la stagione degli sconti, quest’anno, rischia di non decollare. Lo dice un sondaggio realizzato dall’Adico, l’Associazione nazionale di difesa dei consumatori, con sede a Mestre, secondo cui meno della metà dei veneti pensa di usufruire del periodo degli sconti per fare acquisti. E di questi, il 60% circa è intenzionato a spendere meno di 100 euro. Insomma, il rischio concreto è che quest’anno anche la caccia all’affare venga sacrificata sull’altare dell’emergenza.

Nel dettaglio, secondo il sondaggio lanciato online dall’associazione di categoria, appena il 47,8% dei veneti sta aspettando l’avvio dei saldi, fissato per sabato, per aprire il portafoglio e fare shopping. Il 24,7% (praticamente una persona ogni quattro) invece è certa di non fare nessun acquisto: un terzo lamenta problemi economici, mentre un ulteriore quarto dice di aver già sfruttato i ribassi e le promozioni di questi giorni, soprattutto nella grande distribuzione, per fare gli acquisti di cui necessitava; mentre non manca chi ritiene il periodo “poco adatto agli acquisti”. In mezzo, resta un 27,5% di intervistati che si dice incerto se sfruttare l’occasione dei saldi oppure no. Per loro, le valutazioni avverranno “caso per caso, a seconda delle offerte disponibili”. Insomma: prima vedremo i prezzi - il succo del ragionamento - e poi decideremo se e cosa comprare.

Anche perché il budget, quest’anno, sembra molto ridotto. Tra chi ha manifestato l’intenzione di fare acquisti, il 60% vuole spendere meno di 100 euro. Nel dettaglio, il 9,6% degli intervistati dichiara di poter spendere al massimo 50 euro, mentre una persona su due fissa l’asticella a quota 100. Sopra questa cifra, il 33% circa del campione dice di voler spendere tra i 100 e i 200 euro, mentre un ulteriore 10% degli intervistati non si dà limiti di spesa.

Sul fronte della tipologia di negozi in cui fare gli acquisti, prevalgono i centri commerciali con il 27% di preferenze, mentre è soltanto il 16,7% del campione a dire di voler prediligere i negozi dei centri storici. Cala la quota di chi pensa di andare a caccia dell’affare negli outlet, così come gli acquisti online evidentemente non molto attrattivi nel periodo di saldi. Per quanto riguarda la tipologia merceologica più ricercata, il 63,5% di chi farà acquisti comprerà capi di abbigliamento, mentre un ulteriore 13,5% si orienterà sulle calzature, per un totale del 77% degli acquisti dedicati al look.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl