you reporter

BADIA POLESINE

Aumentano le famiglie in difficoltà

L’assessore Targa: “Complessivamente sono stati erogati contributi per oltre 20mila euro”

Aumentano le famiglie in difficoltà

L'assessore Valeria Targa

Il 2019 ha visto un incremento della vulnerabilità delle famiglie badiesi a causa della crisi economica e della difficoltà di trovare lavoro. A fare un bilancio dell’attività portata avanti dal settore Servizi sociali è stata l’assessore Valeria Targa, che nel corso dell’ultimo consiglio comunale ha sottolineato le varie iniziative intraprese per sostenere le fasce della popolazione più bisognose di aiuto.

Fondamentale in questo senso è stato il sostegno economico di due aziende badiesi, Abafoods e Zhermack, che con un contributo, rispettivamente di 5 e 4mila euro, hanno consentito al Comune di intervenire per il pagamento di utenze domestiche, canoni di locazione, medicinali e visite specialistiche. “Il personale comunale ha svolto un ruolo essenziale - ha detto Targa - Fondamentale è stato il ruolo di Abafoods e Zhermack, che hanno consentito all’ufficio un intervento più incisivo. Complessivamente sono stati erogati contributi per oltre 20mila euro”.

Tra le altre iniziative, è stato ricordato il Reddito di inclusione attiva, che consiste nella predisposizione di progetti di reinserimento a favore di nuclei familiari ai quali è stato garantito un contributo mensile a fronte di un impegno concordato. “Di fatto - ha proseguito l’assessore - si sono riscontrati risultati migliori attraverso il Ria che con il Reddito di cittadinanza, erogato a favore di circa 100 persone, anche se per nessuna di queste il Comune è stato coinvolto nella realizzazione dei patti di inclusione sociale”. A ciò si aggiungono circa 170 pratiche per la riduzione delle tariffe di riscaldamento, energia elettrica ed acqua potabile. Il proficuo rapporto con Acquevenete ha invece consentito di sanare varie situazioni debitorie grazie ad un fondo appositamente costituito dall’azienda, mentre più di 60 sono state le pratiche inviate all’Inps per l’erogazione di un sussidio a favore delle famiglie numerose (1.877 euro a nucleo) e per quelle allietate dalla nascita di un figlio (un contributo di 1.731 euro). È inoltre continuata la convenzione con il Tribunale di Rovigo, consentendo a sette giovani di commutare le sanzioni penali per abuso di sostanze o per guida in stato di ebbrezza con ore di lavoro di pubblica utilità in municipio e alla Collezione Balzan.

“Costanti pure i rapporti con la Regione - ha continuato - per l’istruzione ed erogazione a favore di circa 140 famiglie di un ‘assegno’ di cura a beneficio di chi, non più autosufficiente, viene accudito dai familiari nella propria abitazione”. La voce di bilancio più consistente, pari a 285.620,03 euro, resta comunque il contributo corrisposto all’Ulss 5 per la gestione delle deleghe obbligatorie. Infine, altra voce di bilancio particolarmente significativa è quella inerente all’integrazione per le rette di ricovero in strutture per anziani con un esborso complessivo di 155mila euro, in diminuzione rispetto all’anno precedente. Un’iniziativa che ha interessato circa 20 persone di cui 10 ospitate alla badiese Casa del sorriso.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl