Cerca

Economia

Una Camera con vista sulla Zes

Un posto di lavoro ogni 320mila euro investiti. Gambato: “Il via entro poche settimane”

Una Camera con vista sulla Zes

Sarà la Camera di commercio di Venezia Rovigo ad avere il compito di elaborare il piano strategico per la Zes-Zls (Zona logistica semplificata) di Marghera e di parte del Polesine. Un piano capace di creare lavoro e investimenti. Al momento il mondo economico e istituzionale è in attesa dell’atto amministrativo con cui l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Roberto Marcato, incaricherà ufficialmente l’ente camerale di coordinare i lavori per il piano strategico che fisserà paletti, caratteristiche e tempistiche degli insediamenti che dovranno rilanciare sviluppo ed economia dell’area veneziana e polesana. La Camera di commercio, da parte sua, dopo il mandato ufficiale della Regione dovrà riunire il tavolo di coordinamento formato dai rappresentanti del mondo economico, dei sindacati e dei Comuni ed elaborare il piano strategico. A quel punto scatterà l’iter operativo della zona logistica semplificata, per la cui attivazione serve prima un atto formale della Regione, e poi l’atto definitivo da parte del governo italiano.

“Ci auguriamo - dice Gian Michele Gambato, vicepresidente di Confindustria Venezia Rovigo, e vicepresidente della Camera di commercio - che il tutto possa essere definito entro pochi mesi, speriamo per la prima metà di settembre. Per quel che riguarda la promozionale, invece, ovviamente il tour nelle principali piazze finanziarie è sospeso, essendo impossibile con l’attuale situazione generale. Utilizzeremo i canali telematici, digitali, le videoconferenze”.

Secondo il piano industriale Zes-Zls definito da Confindustria Venezia Rovigo tra l’area di Marghera e i 16 comuni polesani lungo l’asta del Po (Da Melara a Polesella) saranno disponibili circa 385 ettari di terreni ad oggi dismessi o abbandonati (aree industriali dismesse o incomplete, capannoni abbandonati). Inseriti nell’area Zls sono in grado di attivare in pochi anni 2,4 miliardi di euro di investimenti, generando 26.600 posti di lavoro, tra diretti e indiretti. I territori inseriti nell’area Zls sono: Porto Marghera, Campalto, Murano, Arsenale, zona portuale e Tronchetto nel Comune di Venezia. In provincia di Rovigo figurano i Comuni di Bergantino, Ceneselli, Trecenta, Bagnolo di Po, Fiesso Umbertiano, Polesella, Canaro, Occhiobello, Stienta, Gaiba, Ficarolo, Salara, Calto, Castelmassa, Castelnovo Bariano e Melara”. la Zona logistica semplificata è stata formalmente istituita nello scorso dicembre da una legge dello Stato, l’iter operativo però necessita di alcuni passaggi formali da parte della Regione prima dell’atto definitivo del governo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy