Cerca

Il caso

Code roventi, segnalate al prefetto

“Ne soffrono Adria, Villadose, Castelguglielmo. Non siamo noi a dover risolvere la questione”

Code roventi, segnalate al prefetto

Nella settimana più calda di tutta la stagione estiva, è partita anche la segnalazione alla prefettura di Rovigo. Le attese sotto il solleone che i cittadini devono patire per entrare alle Poste italiane dei comuni non sono più tollerabili e e il primo cittadino di San Martino di Venezze, Vinicio Piasentini, dopo aver contattato i colleghi degli altri paesi, si è deciso a scrivere al prefetto Maddalena De Luca per segnalare il disagio e la difficoltà per la società dei servizi postali di trovare una soluzione.

Ad Adria, il sindaco Omar Barbierato ha attivato la protezione civile in assistenza agli utenti costretti ad attendere fuori dallo stabile. Il problema è sentito anche nella vicina Villadose, o a Mardimago, dove l’ufficio è piccolo. E anche a Castelguglielmo, il sindaco Maurizio Passerini ha confermato che molti suoi concittadini sono, spesso anziani, sono costretti ad attendere sotto il sole. “Per un edificio come quello di San Martino di Venezze, la soluzione ci sarebbe - assicura il primo cittadino Vinicio Piasentini - fare entrare le persone perché è molto ampio e il distanziamento è assicurato. Invece per tutta la mattina la gente è costretta a stare in piedi sotto il sole. Con i rischi che tutti conoscono, soprattutto per gli utenti più fragili”. Nella via Guglielmo Marconi, sede dell’ufficio postale, la coda “rovente”, specie in alcune ore e in alcuni giorni del mese, è insopportabile. E a quanto pare finora le Poste Italiane hanno fatto orecchie da mercante.

“Per noi basterebbe applicare le regole sul distanziamento e fare entrare le persone”, continua a ripetere il sindaco Piasentini, “non vedo perché devo risolvere io il problema. Intanto è scattata la segnalazione alla prefettura. Sperando che l’autorità del prefetto Maddalena De Luca, basti a risolvere la questione prima che al caldo si sostituiscano il freddo e la pioggia.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raffaello13

    30 Luglio 2020 - 10:38

    Dappertutto c'è questa regola indecente e ridicola, tanto la gente si può assembrare fuori e poi entra a portare ciò che ha raccolto. Anche fuori provincia.

    Report

    Rispondi

Impostazioni privacy