you reporter

L'interrogazione

Cani sì, ma non troppo vicino a casa

Il consigliere Matteo Masin ha chiesto all’assessore Alberghini di “valutare bene la scelta”

Cani sì, ma non troppo vicino a casa

Cani che nessuno vuole vicino a casa. A parole tutti amici degli animali, ma nei fatti: meglio che non si avvicinino troppo alla propria abitazione. E’ il senso della richiesta che alcuni residenti della Commenda, dell’area vicino a via Nicolio, hanno rivolto all’amministrazione comunale. Hanno infatti sollevato dubbi e sulla possibilità che l’area sgambamento per cani sia realizzata nell’area verde vicina a via Nicolio. Si tratta dell’area sgambamento che avrebbe dovuto essere realizzata nella zona del vicino parco Cibotto. Ipotesi poi saltata a seguito delle proteste dei residenti. E proprio il fatto della marcia indietro del Comune ha creato un precedente e per questo i residenti hanno espresso la propria contrarietà.

A farsi portavoce di questi dubbi è stato Matteo Masin, consigliere comunale di maggioranza che venerdì pomeriggio ha ricolto una interrogazione all’assessore comunale Erika Alberghini. “Ho chiesto - spiega Masin - all’amministrazione comunale di valutare bene la scelta dell’area sgambamento cani. Capisco che una scelta deve essere adottata, ma occorre anche tener conto delle condizioni del luogo in questione. I residenti di via Nicolio hanno puntualizzato che l’area verde è molto vicina alle case, in certi punti a una ventina di metri e che lì vicino esiste un capitello votivo utilizzato per momenti di preghiera e per la celebrazione del fioretto in primavera. Forse destinare quel piccolo parco ad area per cani potrebbe creare dei problemi. Per questo ho suggerito all’assessore un’attenta valutazione”.

L’assessore Alberghini ha precisato che una decisione definitiva non è ancora stata presa, ma che la scelta di un’area sgambamento cani deve essere individuata. L’assessore ha anche fatto notare che quasi tutte le città all’interno del centro abitato hanno messo a disposizione aree verdi per il benessere degli animali, e che spazi simili devono per forza essere individuati all’interno del centro urbano, dove maggiore è la necessità di punti per il “movimento” degli amici a quattro zampe, mentre nelle zone di periferia o fuori dal centro storico le aree per far fare la corsetta al proprio cane non mancano di certo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl