you reporter

Consiglio comunale

Csa, Mori e lavoratori restano distanti

I sindacati: “La rimozione di Badiale un punto di partenza non di arrivo”; fuori il presidio

Csa, Mori e lavoratori restano distanti

La rimozione del direttore Mauro Badiale è un punto di partenza, non di arrivo. Così i sindacati rimandano al mittente, ovvero al presidente della Casa di riposo, Simone Mori, la richiesta di togliere le bandiere dall’ingresso del Centro servizi anziani in riviera Sant’Andrea. “Ne abbiamo appena rimessa una – sbotta un sindacalista – perché qualcuno si diverte a toglierle, gettandole a terra o peggio lanciandole in canale”. Per poi aggiungere: “Le bandiere sono lì perché la protesta continua”. I rappresentanti dei sindacati dei lavoratori Davide Benazzo Fp/Cgil, Francesco Malin Fp/Cisl e Cristiano Maria Pavarin Fpl/Uil, insieme a Paolo Guzzon rappresentante della Rsu, hanno partecipato al consiglio comunale dell’altra sera al punto dedicato alla situazione della Casa di riposo. L’argomento è stato messo all’odg su richiesta dei gruppi di minoranza per fare il punto della situazione dopo l’insediamento del nuovo cda avvenuto il 22 gennaio scorso, poi è intervenuto il Coronavirus.

Negli ultimi giorni, tuttavia, è intervenuto il “caso Badiale” che ha polarizzato, inevitabilmente, gran parte del dibattito per l’importanza della decisione e per il prossimo futuro. Al civico consesso è intervenuto anche Fulvio Osti in rappresentanza dei familiari degli ospiti, mentre in aula erano presenti diversi lavoratori. Non tutti, per ragioni di sicurezza sanitaria, tra quanti hanno partecipato al presidio davanti all’ingresso del municipio per sottolineare la distanza che ancora esiste tra maestranze e lavoratori. Presente in aula, sia pure non invitata, la consigliera regionale Patrizia Bartelle, da sempre attenta alle problematiche del Csa, completamente ignorata da sindaco e presidente del consiglio che non hanno avuto neppure la delicatezza di rivolgerle un saluto: un’ingiustificabile mancanza di rispetto istituzionale. Adesso si tratta di capire che cosa avverrà. Intanto da più voci è emersa con forza la richiesta di nominare quanto prima un nuovo segretario/direttore. Anzi, secondo qualche esperto, la mancata nomina di tale figura professionale potrebbe ritorcersi contro lo stesso Centro servizi anziani di riviera Sant’Andrea.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl