you reporter

Taglio di Po

Corazzari: “Ora diamo fiducia alle imprese”

“Senza economia non ci sono servizi che funzionano. Il Covid non si frena per i flussi migratori”

Corazzari: “Ora diamo fiducia alle imprese”

La sezione della Lega di Taglio di Po ha organizzato un incontro conviviale al bar Maui insieme all’assessore regionale Cristiano Corazzari. Tra i militanti e simpatizzanti presenti anche il referente di Taglio di Po, Matteo Sacchetto; il referente del Delta del Po, Pako Massaro; il referente di Rosolina, Marco Tiozzo; e il sindaco di Porto Tolle, Roberto Pizzoli. L’assessore ha innanzitutto ringraziato tutti i presenti.

E’ un piccolo incontro perché non è possibile fare distanziamento – ha detto - Però è utile incontrarci per discutere delle tematiche che riguardano il territorio. E’ per noi un modo di avere uno sguardo di fiducia verso il futuro. Abbiamo passato dei mesi chiusi in casa in cui il mondo sembrava cambiare completamente e oggi ricominciamo a riprendere l’attività politica. E’ importante per portare le istanze del territorio. tra voi ci sono imprenditori e voglio sottolineare che la Lega è vicina al mondo del lavoro e al territorio. Superata la sfida sanitaria la sfida vera da affrontare nei prossimi mesi è di far ripartire il sistema economico nel nostro territorio. Dobbiamo ricordarci che, per fare ripartire i servizi, compresa la sanità, è importante che ci sia un’economia che funziona”.

Il Veneto è stato un esempio positivo per la gestione dell’emergenza sanitaria del Covid – ha evidenziato Corazzari - questo perché l’amministrazione è stata buona che ha fatto delle scelte giuste e anche perché ci sono stati dei cittadini che si sono dimostrati delle persone serie e che sapevano che dalle loro scelte dipendeva anche la salute degli altri. E questi sono i veneti, e in modo particolare dico che questi sono i polesani. Non a caso la Provincia di Rovigo è stata la meno colpita dall’emergenza sanitaria. Oggi vediamo che l’emergenza non è terminata, perché noi abbiamo sempre rispettato le regole e quindi siamo riusciti a contenere il virus. Purtroppo sta entrando da flussi migratori incontrollati e che rischiano di vanificare il lavoro fatto da tutta la gente. E’ vergognoso che non ci sia un controllo efficace e che persone che non hanno un minimo di attenzione per la salute propria e alla salute degli altri e che possano girare in modo indisturbato”.

Ha detto che dietro l’immigrazione c’è la sinistra che lucra. Ha anche parlato dell’autonomia del Veneto e che la proposta è stata fatta nei palazzi romani dove è sempre stata rifiutata. “E’ scandaloso perché il popolo deve essere sempre ascoltato e una classe politica non può girare le spalle da un’altra parte – ha continuato - il presidente Luca Zaia ha presentato un progetto nei limiti della Costituzione. Non c’è alcun motivo per cui non può essere dato autonomia del Veneto”. Ha ricordato che si voterà per le elezioni regionali il 20 e il 21 settembre e ha invitato tutti ad andare a votare.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl