you reporter

Rosolina

Voci per la Libertà, arriva Fabi

Sul palco venerdì gli emergenti Her, Adriana Iè,Michela Tempesta e Margherita Vicario

Voci per la Libertà, arriva Fabi

Si è alzato il sipario sulla 23esima edizione di Voci per la Libertà, che oggi vedrà l’esibizione di Niccolò Fabi, l’amato cantautore italiano. Sul palco di Piazzale Europa per l’ormai tradizionale appuntamento musicale celebre in tutta Italia, il festival Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty, i presentatori Savino Zaba (Rai Radio1) e Carmen Formenton (Voci per la Libertà).

La prima artista in concorso ad esibirsi venerdì è stata la romana H.E.R., in gara con il brano “Il mondo non cambia mai”; voce e violino con il suo trio di musicisti, brani grintosi intervallati da impegnato monologo in cui ha ricordato anche Patrick Zaki, Studente dell’Università degli studi di Bologna imprigionato in Egitto. La seconda musicista a salire sul palco è Micaela Tempesta, in gara con il brano denuncia “4M3N”, capace di mescolare tradizione e modernità, sacro e profano, proprio come la città che racconta: Napoli. Impossibile poi non lasciarsi trascinare dal ritmo travolgente e dall’energia dei Nuju, band reggiana i cui messaggi di denuncia sociale trasmessi attraverso musica e testi arrivano forte e chiari, in particolar modo con la canzone in concorso “La nostra sicurezza”. Ultima emergente ad esibirsi la veronese Adriana Iè, considerata una delle 3 migliori voci soul in Italia nel 2019. Anche nelle sue parole e nella sua arte troviamo la voglia di trasmettere messaggi importanti soprattutto con la canzone “Bumaye”.

A cura di Andrea Sesta di Lercio un intermezzo degno della fama del celebre sito satirico, capace di divertire e far riflettere il numeroso pubblico presente. Durante la serata il direttore artistico Michele Lionello ha ricordato l’impegno dell’associazione Voci per la libertà nel sostegno dei diritti umani e delle campagne di Amnesty International, impegno che si concretizza non solo attraverso il festival ma anche grazie a molti altri eventi e iniziative durante tutto il corso dell’anno. Francesca Corbo di Amnesty International Italia ha ricordato lo slogan di quest’anno “Sui diritti non si torna indietro”, per ribadire la centralità dell'impegno in favore dei diritti di tutte e di tutti.

Gran finale con l’ospite della serata Margherita Vicario, cantautrice romana in forte ascesa nel panorama indie italiano. In scaletta ovviamente il brano Mandela, un originale singolo dai toni multi etnici selezionato tra i 10 finalisti per il premio Amnesty Italia 2020. “La scelta di affrontare un tema sociale – ha spiegato Margherita - non era programmata: io ho solo descritto ciò che vedo. Credo che il tema della multiculturalità e dell’inclusione faccia parte della quotidianità di tutti e mi è venuto naturale raccontarlo dal mio personale punto di vista”. Margherita ha incantato il pubblico con una performance in acustica che ha dato massimo risalto alle sue doti vocali e di interprete. Grande attesa per Niccolò Fabi, il vincitore del Premio Amnesty International Italia sezione Big 2020 che sarà al festival stasera. La tre giorni viene trasmessa in diretta video sulla pagina Facebook del festival (www.facebook.com/vocixlaliberta) e la serata di domenica anche su Delta Radio (www.deltaradio.it).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl