you reporter

L'ordinanza

Zaia proroga le misure fino alla metà di ottobre

Il governatore del Veneto: “Clinicamente non siamo in emergenza, ma non abbassiamo la guardia"

Zaia proroga le misure fino alla metà di ottobre

“Clinicamente non siamo in emergenza, ma non abbassiamo la guardia. La prossima settimana spero di portarvi il piano di sanità pubblica, è già pronto”. Così il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ieri mattina, durante il punto stampa sugli aggiornamenti della situazione coronavirus. Poi, nel pomeriggio, Zaia ha firmato l’ordinanza che proroga tutte le misure fino al 15 ottobre, che è la data di scadenza dello stato di emergenza. “Questa ordinanza lascia una finestra per l’8 agosto, quando dovrebbe uscire il nuovo Dpcm”, spiega.

E sui test rapidi afferma: “Li stiamo utilizzando”. Mentre sui lavoratori ambulanti dichiara: “Loro stanno pagando un conto salatissimo, insieme anche ai locali e alle discoteche. Noi abbiamo un’offerta turistica che non prescinde dall’intrattenimento. Fiere, sagre hanno avuto limitazioni totali. Voglio attendere di vedere Dpcm. Sugli aiuti spero che ci sia un pensiero particolare”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl