you reporter

ELEZIONI REGIONALI 2020

Diego Crivellari inizia la corsa verso Venezia: "E' ora di cambiare, il Polesine merita più attenzione"

Domani il via alla campagna elettorale per il candidato Pd a sostegno di Arturo Lorenzoni presidente

Diego Crivellari inizia la corsa verso Venezia: "E' ora di cambiare, il Polesine merita più attenzione"

Diego Crivellari apre il proprio tour del Polesine. Il candidato del Pd al consiglio regionale del Veneto aprirà la campagna elettorale domani, alle 18, al bar Fuori dal Comune e all’osteria Bakaro, di vicolo Campana, proprio di fianco a palazzo Nodari, per replicare poi all’osteria Il Ciondolo e al circolo Pd di Adria il giorno dopo alle 18.30. "Saranno momenti molto semplici, ma importanti per avere un rapporto diretto con amici, sostenitori e, perché no, anche curiosi. Un modo per far iniziare questa campagna elettorale così strana, fatta d’agosto, in un momento di post pandemia, e con tanti problemi economici che preoccupano le persone".

Crivellari, ma come si affronta una campagna elettorale durante un’emergenza sanitaria?

“Eh, sarà un po’ anomala. Fatta di tanti brevi incontri, ed evitando rigidamente eventi di massa. In ogni caso, anche se a debita distanza, il contatto umano resta fondamentale per la politica, e non solo”.

Quarantacinque anni, già deputato. Perché questa nuova corsa, stavolta verso Venezia?

“Mi candido per rispondere ad una richiesta che è venuta da diverse persone e da alcune aree del Pd, ma anche da esponenti della società civile. Sono convinto di poter rappresentare questo territorio a Venezia, per cinque anni, sulla base di esperienze importanti ma portando allo stesso tempo freschezza - concedetemi - anche anagrafica”.

Cosa pensa di poter fare per il Polesine in consiglio regionale?

“Promuovere questo territorio, puntando su ambiente, lavoro, economia e infrastrutture. La nostra provincia, per Venezia, troppe volte è stata considerata lontana, e per questo ha bisogno di essere rappresentata con forza, per poter cogliere le opportunità che ha, e non sono poche, e affrontarne le tante problematiche. E poi sono una persona che conta molto sulla capacità di fare squadra e costruire relazioni. Sono pronto a dialogare, come ho sempre fatto, a 360 gradi, senza barriere di schieramento, e a dare voce a imprese, sindacati, parti sociali”.

Che bagaglio porterà con sé, dopo i cinque anni di esperienza romana?

“Sicuramente la conoscenza dei meccanismi istituzionali. Ma anche l’abitudine ad essere sempre sul pezzo: studiare e imparare, per risolvere i problemi, ma anche saper dare risposte in tempi rapidi alle esigenze dei cittadini. Queste non sono cose che si improvvisano, ma si maturano con l’esperienza: io ho fatto l’amministratore, il deputato, il dirigente di partito, e lavorato sia nel pubblico che nel privato. E in più ci metto passione, energia ed entusiasmo”.

Scusi Crivellari, ma queste elezioni, in casa Pd, non rischiano di essere una sfida fratricida tra lei e Azzalin, che a sua volta ieri ha iniziato la propria campagna elettorale?

“E’ il meccanismo di questa legge elettorale che porta alla competizione interna, per le preferenze. Ma io, al primo posto, metto il simbolo del Pd e il sostegno ad Arturo Lorenzoni. Posso dire di essere felice di far parte di una squadra di cinque persone, che portano diverse esperienze, capacità e rappresentazione territoriale. Una squadra che è la nostra forza, fatta di persone preparate e che si faranno valere”.

Zaia ha già vinto?

“In Veneto c’è la possibilità di un’alternativa. Ha giocato tutte le sue carte sul tema dell’autonomia, che è ferma al palo. E poi, parlando di Polesine, diciamo che abbiamo avuto pochissima attenzione, e chi governa la Regione ha chiare responsabilità su questo. Da area periferica abbiamo avuto molto meno, anche in termini di servizi, rispetto ad altri territorio. Ed è ora di cambiare”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl