you reporter

CASO

Profughi infetti, paura in Polesine

Profughi infetti, paura in Polesine

ROVIGO - “Non abbiamo richieste di disponibilità posti per Rovigo, né al momento il ministero dell’Interno ha previsto una collocazione dei profughi nelle strutture polesane”. Il viceprefetto vicario di Rovigo Luigi Vitetti è asciutto nella comunicazione, ma alla domanda “siete in allerta?” risponde “siamo sempre in allerta”. D’altronde, con il bubbone della caserma Serena di Treviso, che segue a quello di Jesolo, finito direttamente nella vicina Cavarzere, nessun territorio veneto è “immune” dal pericolo di ricevere arrivi di richiedenti asilo infetti.

A Trevieo i profughi infetti erano 137 una settimana fa: dopo il maxi screening di controllo, al termine di una settimana di quarantena obbligatoria, i positivi sono diventati 246 su 281 ospiti a cui si aggiungono anche 11 operatori (su 25), che prima invece non avevano evidenziato contagio da Coronavirus.

Una situazione ingestibile che vede la contrarietà di Luca Zaia: “Strutture come i centri di accoglienza di Jesolo e dell’ex caserma Serena di Casier sono fuori dalla storia e dalla realtà. Ma non solo. Lo sono ancora di più da un punto di vista sanitario. Infatti aggregazioni del genere non sono in linea con le norme”.

Il presidente Zaia ha fatto un parallelo con le case di riposo: “Delle 300 in Veneto il 75% non ha visto il virus. Qui i pazienti sono molto più vulnerabili. Come è possibile che focolai siano esplosi all’interno dei centri di accoglienza che ospitano gente sana e giovane?”. E ha aggiunto: “Non si tratta di razzismo, ma di sanità”. In pratica nei centri di accoglienza i controlli sono stati pochissimi. “I numeri che possono ancora crescere. In questa situazione già preoccupante, si verificano poi vere e proprie gravissime illegalità, con positivi asintomatici che si rendono irreperibili ai controlli. Vanno assolutamente fermati”, ha concluso il governatore.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl