you reporter

CORBOLA

Uccide il padre: “Io lo amavo”

Presto una perizia su Simone. I due vivevano in simbiosi. Ancora non è stata disposta l’autopsia sul corpo di Terenzio Roma

Uccide il padre: “Io lo amavo”

 “Volevo bene a mio papà, lo amavo tanto”. Lo ha detto più volte, disperato e tra le lacrime “Simone” Roma, il 45enne che ha ucciso con un colpo di forbici il padre Terenzio.

Lo ha detto interrogato dal giudice per le indagini preliminari, che ha convalidato il fermo che sta scontando nel reparto di Igiene mentale di Adria. Simone Roma, è seguito dall’avvocato Cristina Zangerolami del foro di Rovigo. Sedato pensa sempre al padre e piange spesso. Da quando aveva sei anni viveva a stretto contatto con lui ed aveva sviluppato un rapporto simbiotico con l’85enne.

Su Terenzio il pm Mammucci di Rovigo non ha ancora disposto l’autopsia, mentre il 13 agosto prossimo il dottor Finotti, medico legale, sarà incaricato di effettuare una perizia medica disposta dal giudice per stabilire la capacità di intendere e di volere dell’uomo sia al momento dell’aggressione al padre, sia in generale la capacità di stare a giudizio. Simone, che in realtà si chiama Terenzio proprio come il papà, lo accudiva e viveva con lui. La vittima soffriva di Alzheimer e poco tempo fa era stato dimesso contro il parere dei sanitari.

Sulle cause della morte sarà fondamentale l’autopsia, che non è ancora stata disposta. Sarà importante anche questo passaggio per capire la violenza con cui è stato colpito Terenzio Roma, che all’inizio non sembrava versasse in condizioni tali da condurlo alla morte. Il caso, che apparentemente è chiuso, in realtà lascia molti interrogativi aperti: il contesto in cui è avvenuto, se si poteva evitare questo tragico epilogo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl