you reporter

GAIBA

Ancora un finto venditore di attrezzatura usata, furto sventato

Chiede di potere entrare per lasciare in visione attrezzatura: meglio non fidarsi e fare il 112

Ancora un finto venditore di attrezzatura usata, furto sventato

Con la scusa di vendere attrezzatura usata cerca di entrare in casa per un sopralluogo, finalizzato poi a commettere un furto. Continuano i furti e i tentativi di truffa anche in Altoplesine. L’ultimo, solo in ordine di tempo, si è verificato nella giornata di lunedì in un’abitazione alla periferia del piccolo paese rivierasco quando, nel tardo pomeriggio si è presentato lo stesso fantomatico venditore di attrezzi usati che, presumibilmente, ha colpito nei giorni scorsi anche in altre zone della nostra provincia. Si tratta di una persona che propone in vendita tosaerba, decespugliatori e altri attrezzi simili e che chiede di potere entrare in casa.

Dopo aver fatto il giro della casa a piedi, l’uomo è risalito in macchina e ha iniziato a suonare il clacson per attirare l’attenzione dei residenti. Quando la figlia del proprietario ha aperto la finestra per capire cosa fosse successo, il probabile malvivente ha subito spiegato alla ragazza di avere attrezzatura da giardinaggio e in particolare motoseghe e tagliaerba usati. Dopo numerosi tentativi di entrare in casa con la scusa di lasciare in visione l’attrezzature per poi ripassare nei giorni successivi e dopo che la giovane, avendo capito che molto probabilmente si trattava di una scusa per rubare qualcosa, avrebbe proposto all’uomo di aspettare fuori il padre che sarebbe tornato dopo pochi minuti dal poligono dove si reca tutti i lunedì, l’uomo, con un’età presunta attorno ai 55 anni e con un perfetto accento italiano, ha salutato gentilmente e si è velocemente allontanato a bordo di una macchina grigia, probabilmente una Peugeot.

Solitamente usano questi stratagemmi dell’attrezzatura usata sono impiegati dai malviventi per compiere veri e propri sopralluoghi nelle abitazioni dove, poi, tornano nei giorni successivi per cercare di mettere a segno il colpo. L’attenzione soprattutto in queste calde giornate estive, va mantenuta alta, perché questi malviventi cercano sempre più spesso di approfittare delle persone sole, magari anziane, per entrare nelle abitazioni e asportare tutto quello che di valore trovano.

Nei casi sospetti, la cosa migliore da fare è sempre chiamare il 112.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl