you reporter

urbanistica

Un nuovo parcheggio per la città

Si tratta del Piruea “Angelo Custode”. L’opera verrà realizzata tra via Sichirollo e via Foscolo

Un nuovo parcheggio da oltre cento posti a ridosso del centro

Alberto Garbellini

ROVIGO - Un parcheggio di oltre cento posti auto a ridosso del centro storico. Sta per arrivare una prima risposta alla fame di parcheggi della città. E’, infatti, in fase di avvio uno dei tanti Piruea rimasti al palo per anni, il numero 34 chiamato “dell’Angelo Custode”. In base a questo strumento urbanistico sarà realizzato un parcheggio nell’area verde, attualmente inutilizzata, fra via Foscolo e via Sichirollo. Un ampio spazio a ridosso del seminario vescovile e non distante dalla casa di cura di Rovigo. Un’area che ospiterà un centinaio di posti auto, tra i 90 e i 110. Si tratta dell’opera di concambio legata, appunto al Piruea, ossia l’opera per il pubblico che l’imprenditore privato si è impegnato a realizzare i n cambio della possibilità di effettuare un proprio investimento, in questo caso la realizzazione di alcuni appartamenti, sempre nella zona a sud est del centro storico di Rovigo.

Il settore urbanistica ha già dato il via alle pratiche e infatti l’area in questione è già stata cantierata con tanto di avviso di avvio del progetto Piruea numero 34. E dunque presto la città avrà nuovi appartamenti e soprattutto un nuovo grande parcheggio, non in pieno centro storico, ma comunque a ridosso del cuore della città, e utilizzabile per raggiungere, a piedi, il centro in pochi minuti. Il parecchio, una volta ultimato, sarà assegnato alla gestione di Asm spa, che deciderà come metterlo a disposizione dell’utenza, con tariffe orarie, o con altre modalità.

Il Piruea Angelo Custode potrebbe essere il penultimo degli strumenti urbanistici attivati nel corso degli ultimi 15 anni, a partire. C’è, infatti, in rampa di lancio anche il Piruea per la riqualificazione di piazza Duomo. Un’opera di cui si parla da anni e che puntualmente viene messa in agenda, anche se fino ad ora non è mai entrata nella sua fase operativa. Il tempo dei Piruea sta per scadere. Anzi è già scaduto, in quanto il termine fossato per la realizzazione delle opere è decorso lo scorso febbraio. Poi però è intervenuto il periodo del lockdown che potrebbe aver concesso qualche altro mese di tempo alle imprese che avevano sottoscritto questi accordi col Comune. Il settore urbanistica di palazzo Nodari, intanto, sta già effettuando la ricognizione delle varie opere e delle relative garanzie. La normativa prevede che il Comune possa dichiarare decaduta la concessione data al privato per il proprio investimento, oppure incassare la garanzia per la realizzazione in proprio dell’opera prevista. Anche se questa opzione ora appare la meno probabile. La storia dei Piruea, per Rovigo, è stata travagliata e costellata da tanti flop, piccoli e grandi. Non molte, infatti, le operazioni portate a compimento a dimostrazione di una gestione complessiva, dello strumento Piruea, contraddittoria e poco efficiente.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl