you reporter

IL CASO

Discoteche chiuse, il vescovo Tessarollo: "Non aiutatele, producono ubriacature, risse e stupri"

La presa di posizione del vescovo di Chioggia che fa discutere

Discoteche chiuse, il vescovo Tessarollo: "Non aiutatele, producono ubriacature, risse e stupri"

Il vescovo della diocesi di Chioggia, che ha competenza anche su parte del Bassopolesine, Adriano Tessarollo, ha pubblicato un post su Facebook, social che frequenta abitualmente, prendendo posizione sulla questione delle mascherine, rese nuovamente obbligatorie dalle 18 alle 6, su tutto il suolo nazionale, con contestuale chiusura delle discoteche e dei locali da ballo.

“Ecco il grande problema della perdita di posti di lavoro oggi: la chiusura delle discoteche - ha detto Tessarollo - Ma che lavoro è questo! Cosa produce! Ubriacature, risse, morti mattutine di ragazzi ubriachi o assonnati, stupri e quant’altro. Sembra che la società attuale non possa vivere senza questa industria di sballo notturno… E adesso bisogna anche sostenerla con contributi pubblici derivanti da tasse sempre in aumento, o con i contributi che chiediamo all’Europa”.

Una presa di posizione forte, come è nello stile del sacerdote, che non ha mai fatto mistero delle proprie opinioni, affidandole, appunto, anche alla bacheca di Facebook, senza però mai sottrarsi al confronto.

In tanti, in risposta, hanno fatto notare come la cosiddetta “industria del divertimento” comprenda tantissimi imprenditori onesti e che hanno a cuore i giovani e i loro problemi e come, inoltre, questo settore dia lavoro a tantissime persone. Una discussione che, ovviamente, non finirà qui e che, altrettanto ovviamente, non conoscerà mai una fine.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • diduve

    18 Agosto 2020 - 09:09

    Fosse per me tornerei al proibizionismo americano 1920-33

    Rispondi

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl