you reporter

Elezioni regionali

Elisa Fabian in campo con “Il Veneto che Vogliamo”

La consigliere comunale di maggioranza nella civica che sostiene Arturo Lorenzoni

Elisa Fabian in campo con “Il Veneto che Vogliamo”

CAVARZERE - La consigliera comunale Elisa Fabian si candida a livello regionale: “Sono convinta di poter rappresentare questo territorio a Venezia, per cinque anni, sulla base di esperienze amministrative, politiche, di grande passione e con energia ed entusiasmo: voglio che in questo Veneto si possa costruire un’alternativa”. Elisa Fabian si candida con la lista “Il Veneto che Vogliamo” a fianco di Arturo Lorenzoni. “Da alcuni anni faccio politica e sono da quattro anni consigliera comunale nella città dove vivo e sono nata, Cavarzere - inizia Fabian - sono insegnate precaria e mi sono specializzata all’Università di Padova nelle attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità. Provengo da una famiglia numerosa ed operosa, conosciuta nel territorio in quanto dedita anche ad attività di volontariato sociale e attività sportive, pertanto, l’educazione che ho ricevuto è stata animata ed improntata da valori di solidarietà, altruismo, rispetto per le persone - in primis quelle più fragili e vulnerabili - inducendomi, da adulta, ad emulare la loro disponibilità. Ho vissuto e, ancor più oggi, vivo l’impegno prestato come dovere civico, strumento propositivo e concreto stimolo alla crescita e sviluppo socio-culturale-economico di questo territorio”.

"Mi sono sempre interessata al mondo della scuola e ho ricoperto il ruolo di presidente del consiglio d’istituto di Cavarzere-Cona, con soddisfazione e molti progetti portati a termine, tra cui la visita al parlamento europeo a Bruxelles dove i ragazzi hanno potuto conoscere e capire l’importanza di un’Europa unita - prosegue - da sempre sono stata attenta a quello che succede nella nostra comunità locale e anche così mi sono appassionata alla vita politica. Ho potuto intessere reti di relazioni con molte persone a vari livelli e in varie realtà da quella politica a quella civica in tutto il territorio del Veneto”.

“Non tutti sono uguali, e vedendo le cose da dentro ho capito che sono le persone e le idee a fare la differenza in una comunità, ma che serve soprattutto una preparazione seria e onesta. La mia candidatura nasce per rispondere ad una richiesta che è venuta da diverse persone in ambito civico e politico - aggiunge - sono convinta di poter rappresentare questo territorio a Venezia, per cinque anni, sulla base di esperienze amministrative, politiche, di grande passione e con energia ed entusiasmo. In Veneto c’è la possibilità di un’alternativa. E' una lista fatta di donne e uomini che provengono da mondi ed esperienze diverse, da quello amministrativo, politico, sociale, civico, che si sono messi a disposizione per questo progetto impegnativo e altamente sfidante".

"La mia circoscrizione è quella della provincia di Venezia rappresentata da 44 comuni un’area vasta, ognuna con delle peculiarità ed esigenze diverse ma con un unico fattore comune la dignità e l’orgoglio dei propri cittadini troppo spesso bistrattati per meri giochi politici ed economici - sottolinea Fabian - ma non è solo il destino di Cavarzere che mi convince ad affrontare questa sfida elettorale con la lista 'il Veneto che Vogliamo', è anche perché voglio che in questo Veneto si possa costruire un’alternativa. A Cavarzere nasciamo con un debito pubblico pro capite come tutti, ma anche con un debito di km che dovremmo percorrere nella nostra vita come studenti e lavoratori pendolari. Abbiamo un Veneto con non investe nei trasporti con la conseguenza che ci si deve muovere in macchina aumentando il traffico, lo smog e purtroppo sempre più spesso con la conseguenza di incidenti a volte mortali. Sono per una politica che coniughi lavoro, ambiente e salute".

"L'esperienza maturata mi invoglia ed induce a non disperdere le competenze acquisite ed a continuare un percorso difficile ma necessario - confessa - non mi sono mai spaventata davanti alle sfide le ho sempre colte con entusiasmo, competenza e passione. Ho sempre pensato a una società più equa, sostenibile e inclusiva che non lasci indietro nessuno. Insegno nella scuola primaria e vorrei una regione che tra le sue priorità abbia quello d’investire sulla scuola, per la formazione, per la cultura dei suoi futuri cittadini. Mettere al centro lo studente e la sua formazione, supportando la crescita culturale del proprio territorio. Sapere e conoscenza per tutte e tutti, e supporto alle famiglie che con mille sacrifici cercano di dare un futuro scolastico e lavorativo ai propri figli”.

“Tenendo conto che Cavarzere, come altri territori ha un numero elevato di persone anziane con esigenze sanitarie e di assistenza sempre maggiori, si trovano a dover rivolgersi a centri ospedalieri lontani e con liste di attesa molto lunghe. - conclude Fabian - La cura delle persone è stata troppo spesso relegata a ruolo marginale e scaricata sulle spalle delle amministrazioni locali e associazioni che sopperiscono come possono ad una carenza sanitaria regionale che ormai è diventata strutturale e quasi passivamente accettata, se non con qualche sporadica alzata di capo. C’è molto lavoro da fare tutti insieme con coraggio, competenza e determinazione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl