you reporter

LA MANIFESTAZIONE

Mondo in piazza, test per la Fiera: arriva lo street food in centro!

Circa 40-50 bancarelle di food e non solo. Per Cofipo sarà un banco di prova prima dell’Ottobre

Mondo in piazza, test per la Fiera: arriva lo street food in centro!

Cofipo, il consorzio fieristico che negli anni ha organizzato la fiera d’Ottobre di Rovigo, ha da poco depositato l’adesione al bando per la prossima Fiera d’Ottobre, l’edizione numero 538 dello storico evento che colora la città di bancarelle.

“Abbiamo risposto al bando e attendiamo la risposta dell’amministrazione che ha tutta la volontà di realizzare la Fiera”, racconta Giancarlo Zanella, vicepresidente di Cofipo. Nell’attesa di questo grande banco di prova anche per l’amministrazione Gaffeo, tuttavia, Cofipo, dopo la manifestazione Street food, prepara un altro evento. Nel fine settimana del 4 - 5 e 6 settembre, lungo Corso del Popolo sarà organizzata la manifestazione “Un mondo in piazza”. Si tratterà di circa 40-50 bancarelle con prodotti nazionali e internazionali, lungo il corso principale di Rovigo. Le piazze, infatti, saranno occupate dai banchetti dei partiti per la campagna elettorale. Sarà già un bel test per distanziamenti e afflusso di persone.

La manifestazione propone sia food che articoli e oggettistica di ogni genere. Gli ambulanti arriveranno da tutta Italia: saranno rappresentati con le loro bontà da Piemonte, Lombardia, Sud e Centro Italia. Ci saranno anche prodotti e cucina brasiliana e argentina, come anche alcune proposte dal continente africano. “Sarà una fetta di mondo in bancarella e in piccolo - commenta Zanella - ma non abbiamo dubbi che sarà un successo”.

Venerdì prossimo 28, 29 e 30 l’Hop hop Street food sarà a Porto Viro, dopo Rosolina e Porto Tolle “che hanno dato sempre ottimi risultati. L’appello è sempre al buon senso delle persone e all’attenzione per far lavorare tutti”.

L’obiettivo è arrivare pronti per l’appuntamento clou del capoluogo polesano. Che ha una tradizione di cinque oltre cinque secoli.

Le regole per la disposizione e l’organizzazione delle 285 bancarelle non sono stravolte, a causa del Covid, anche se ci sarà la massima attenzione al distanziamento delle persone e all’uso dei dispositivi di protezione. Ai varchi ci saranno degli addetti alla sicurezza, ma non ci sarà il distanziamento di due metri tra una bancarella e l’altra, che avrebbe raddoppiato tutto il percorso, con ripercussioni su tutta l’organizzazione.

Il bando ha un valore superiore rispetto allo scorso anno, proprio per venire incontro a tutte le esigenze di sicurezza: 83mila euro.

“C’è voglia da parte degli operatori di partecipare - assicura Zanella - Ci chiamano costantemente ed è anche giusto che tutti possano lavorare, per il complesso della Fiera, che riguarda anche la ristorazione, la ricettività e le attività del capoluogo. Da parte nostra, noi ottemperiamo alle norme che ci sono per i mercati e per le fiere. Non siamo assolutamente preoccupati per la folla, ma confidiamo sulla capacità delle persone di mantenere le distanze e di usare la mascherina con attenzione”.

Gli operatori che hanno concessioni decennali per partecipare alla Fiera d’Ottobre saranno sempre gli storici. E visto il continuo afflusso di pubblico negli scorsi anni, gli affezionati clienti non mancheranno.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl