you reporter

SICUREZZA

Anziani presi di mira e derubati con la tecnica dell'abbraccio

E’ successo ancora, nelle scorse ore, almeno due volte: una a Bergantino e una a Castelnovo Bariano

Anziani presi di mira e derubati con la tecnica dell'abbraccio

E’ successo ancora, nelle scorse ore, almeno due volte: una a Bergantino e una a Castelnovo Bariano. Gli squallidi malviventi che sono dediti ai cosiddetti “furti con l’abbraccio” sono in azione in Altopolesine. Come da copione, una giovane donna, che agisce, e il complice, uomo, che la attende in auto. Le prime testimonianze parlano di una vettura di colore nero, piuttosto datata.

La tecnica con la quale vengono presi di mira gli anziani, avvicinati quando sono soli, meglio se in un posto isolato, è sempre la medesima: l’auto si ferma e ne scende la giovane, mentre l’uomo rimane a bordo. La prima domanda una banale informazione stradale, per esempio come raggiungere l’ospedale. La persona anziana risponde, con cortesia, e tutto accade in questo momento.

La giovane donna simula una gioia e una riconoscenza apparentemente irrefrenabili, che la portano ad abbracciare l’uomo, senza neppure dargli tempo di reagire a una situazione che, comprensibilmente, lo coglie di sprovvista. L’abbraccio ha in realtà la funzione di ridurre le distanze e consentire alla ladra - questo infatti è la giovane - di sfilare, con mano esperta e leggerissima, la collanina d’oro, o il braccialetto, o il portafogli o l’orologio, a seconda dei casi. Negli ultimi due episodi, a sparire sarebbe stata la collanina in oro, da uomo.

Per difendersi da questi delinquenti, la tecnica migliore è mantenere le distanze: cortesi, ma non disposti a farsi avvicinare.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl