you reporter

LA SITUAZIONE

Lorenzoni positivo: politici polesani tra tamponi e isolamento

Crivellari, Azzalin e D’Achille continuano la campagna: “Arriveremo dove lui non può”

Lorenzoni positivo: politici polesani tra tamponi e isolamento

Il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo si è sottoposto al tampone ieri mattina; l’assessore portovirese Marialaura Tessarin lo farà domani, ma è già sottoposta ad isolamento. La positività di Arturo Lorenzoni scuote il mondo politico polesano: soltanto domenica scorsa, il candidato del centrosinistra alla presidenza del Veneto aveva partecipato a due iniziative elettorali, a Ca’ Emo e a Porto Viro; oggi era atteso a Badia per un nuovo incontro, ma l’appuntamento è stato annullato. Ma sono tante le persone che, nella nostra provincia, sono venute in contatto con lui. E che ora trattengono il fiato, sperando di non aver contratto il virus. A cominciare dai politici.

Il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo, domenica scorsa aveva accompagnato Lorenzoni a Ca’ Emo: da Rovigo alla frazione di Adria, i due hanno viaggiato nella stessa automobile. Per questo, appena saputo della positività di Lorenzoni, l’altro giorno, Gaffeo ha contattato immediatamente l’Ulss per sottoporsi volontariamente al tampone. Un test eseguito già ieri mattina, e di cui gli saranno comunicati gli esiti entro 48 ore. Nel frattempo, il sindaco di Rovigo limiterà i propri spostamenti e gli incontri.

“Mi sento benissimo, non ho nessun sintomo - rassicura tutti Gaffeo, ma per precauzione e per senso di responsabilità nei confronti delle tante persone con cui lavoro e che incontro ho ritenuto di sottopormi al tampone. L’ho fatto per mia scelta, senza essere allertato dall’Ulss, ma ritengo si tratti di uno scrupolo doveroso”.

Subito, venerdì, Gaffeo ha contattato lo stesso Lorenzoni. “Ci siamo sentiti via Whatsapp - conferma il sindaco - gli ho espresso la mia solidarietà per questo incidente di percorso che spero si risolverà nel più breve tempo possibile. Sono cose che, in questo momento storico così delicato, fanno parte della quotidianità, ma guardiamo avanti: ad Arturo mando un grosso in bocca al lupo e un abbraccio”.

Impossibile, ovviamente, ricostruire la catena di contatti che ha causato il contagio del candidato del centrosinistra. Sempre domenica scorso, in Polesine, Lorenzoni era al tavolo dei relatori a Porto Viro per il lancio della campagna elettorale dell’assessore Marialaura Tessarin, candidata nelle fila del Pd.

Ora, la Tessarin è in isolamento. “Ho attivato la procedura per sottopormi al tampone, e in automatico mi sono messa in isolamento obbligatorio. Penso che già lunedì verranno a farmi il tampone, poi vedremo. Lo faccio per rispetto degli altri, anche se personalmente mi sento benissimo”, dice. “In ogni caso - aggiunge - la salute è più importante della campagna elettorale: proseguirò comunque a tenermi in contatto con tutti attraverso i social, e proprio ora sto preparando un videomessaggio per spiegare a tutti cos’è successo”. “Ad Arturo, che domenica era a Porto Viro per sostenermi - aggiunge - mando un grande abbraccio e un in bocca al lupo perché si riprenda in fretta: abbiamo bisogno di lui”.

Chi non si ferma è invece Diego Crivellari, che anche ieri stava battendo il Polesine palmo a palmo per la sua campagna elettorale. “Sì, domenica scorsa ero anche io a Porto Viro - spiega l’ex parlamentare polesano - ma non abbiamo avuto contatti. Gli ho mandato un messaggio di pronta guarigione”. Pur non avendo l’obbligo di sottoporsi al tampone, “nei prossimi giorni farò il test sierologico - dice Crivellari - anche perché lunedì 14 dovrò tornare a scuola e ritengo doveroso farlo in sicurezza”. Ora per Lorenzoni “la campagna elettorale andrà avanti attraverso i canali digitali, noi candidati invece saremo chiamati a svolgere del lavoro supplementare per arrivare anche là dove Arturo non potrà essere presente”.

Niente tampone nemmeno per l’altro candidato Pd, Graziano Azzalin: “Non lo vedo dall’11 agosto, a Stienta”, ricorda. “Faccio gli auguri di pronta guarigione a Lorenzoni - dice - sono certo che anche in questa condizione, attraverso i social, non verrà meno il suo contributo in questa difficile sfida elettorale”.

Sulla stessa linea anche Aldo D’Achille, sindaco di San Bellino e candidato della civica Il Veneto che Vogliamo: “Lorenzoni l’ho sentito, e sta bene. La sua campagna elettorale proseguirà sui social. Gli sono vicino e proseguiamo la nostra corsa verso il Veneto che vogliamo con ancora più impegno ed energia”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl