you reporter

OCCHIOBELLO

Il grande cuore degli sportivi: raccolti 1000 euro per i piccoli guerrieri

In beneficenza il ricavato della manifestazione organizzata dagli appassionati di Triathlon

Il grande cuore degli sportivi: raccolti 1000 euro per i piccoli guerrieri

Quando amore, amicizia, sport e beneficenza si uniscono e vengono condotte da cuori grandi e generosi, i risultati arrivano e sopra ad ogni aspettativa. Oltre mille euro sono stati donati nei giorni scorsi alla Fondazione Città della Speranza. Si tratta del ricavato della manifestazione organizzata per lo scorso sabato dai due amici e vicini di casa Matteo Bimbatti e Maik Benetti, entrambi grandi appassionati di Triathlon.

I due polesani, durante la pausa forzata del lockdown, hanno ideato una sorta di allenamento collettivo per la preparazione dello sperato “Ironman Italy di Cervia” (3.8 chilometri nuoto, 180 chilometri bici 42 chilometri corsa) che purtroppo poi si è andato a sommare alle numerose gare già annullate.

E’ stato così che lo scorso sabato, in piscina ad Occhiobello, si sono incontrati 32 atleti provenienti principalmente da provincie venete, emiliano-romagnole e Lombarde, per compiere un allenamento sulla distanza “Mezzo-Ironman 70.3 miglia”, che su scala metrica europea si traducono in 1.9 chilometri di nuoto nella vasca della piscina di Occhiobello, 98 chilometri in bici sull’argine ciclabile del Po fino a Calto e ritorno per 2 volte e 21 chilometri a piedi, ovvero 6 giri del Parco dei Nati di Occhiobello, situato proprio dietro le Piscine.

Complice la bellissima giornata di sole, tutti gli atleti si sono divertiti moltissimo e hanno addirittura chiesto ai due promotori l’opportunità di ripetere l’esperienza l’anno prossimo. Ma tutti questi atleti, oltre ad una grande preparazione ed un fisico a prova di grandi imprese, hanno anche un grande cuore e hanno così deciso di “autotassarsi”, donando un offerta libera alla Fondazione Città della Speranza di Padova che opera dal 1994 in ricordo di Massimo, un bambino scomparso a causa della leucemia.

Grazie alla costruzione della nuova torre di ricerca in oncoematologia, la Fondazione si occupa di studio e ricerca su malattie neoplastiche in ambito pediatrico. Con la costruzione di questo nuovo reparto si è voluto immaginare che anche i bambini ammalati potessero vivere la loro quotidianità in una città felice, in grado di dare speranza al loro futuro. Il nuovo reparto, concepito secondo criteri modernissimi, ha dato una svolta nella qualità della cura e dell’assistenza ai piccoli pazienti, consentendo anche ai medici e agli operatori di svolgere al meglio il loro compito. Inoltre, i laboratori di ricerca hanno permesso di aumentare nel tempo la percentuale dei bambini che riescono a guarire, negli ultimi dieci anni siamo passati da una speranza di vita di 2 bambini su 10 all’attuale di 8 su 10. Oltre mille euro è la cifra che nella mattinata di mercoledì è stata bonificata alla Fondazione per la gioia di tutti coloro che hanno partecipato e supportato questa riuscitissima manifestazione. Non sono nuovi ad eventi benefici di questo tipo, Maik Benetti e Matteo Bimbati che, ne siamo certi, staranno già pensando all’organizzazione della prossima edizione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl