you reporter

IL CASO

Si indaga sulla morte di Marchioro, trovato senza vita nel cimitero del capoluogo

Il figlio Federico: “Cercato più volte in quella zona. Sapremo presto se malore,incidente o altro”

Sparisce di casa senza lasciar tracce

Gianni Marchioro

Il corpo di Gianni Marchioro, il 71enne scomparso dalla sua casa in Commenda il 31 luglio e trovato morto nei pressi del cimitero, mercoledì pomeriggio, è ancora nelle mani dell’autorità giudiziaria. Saranno effettuati gli accertamenti necessari per verificare la natura e le cause del decesso.

In un post addolorato, Federico, il figlio infermiere, che per primo ha dato l’allarme sui social, ha annunciato che “gli inquirenti accerteranno se il decesso di mio padre è stato per un malore, per un incidente o altro”. E lascia intendere che potrebbe essere non naturale la causa della morte, che appare al figlio assurda oltre che dolorosa.

Il corpo del 71enne rodigino in pensione, ex operaio della In Funfor, è stato trovato nell’area del cimitero comunale, tra le sterpaglie. A ritrovare il corpo, che era già in avanzato stato di decomposizione, sono stati alcuni operai che stavano in quel momento effettuando lavori di manutenzione, i quali hanno provveduto a telefonare alle forze dell’ordine.

E’ stato uno dei figli di Marchioro a effettuare il riconoscimento del cadavere, che è stato possibile solo grazie agli effetti personali dell’uomo. Il figlio Federico è ancora disperato: “Vi posso assicurare - scrive su Facebook - che anche noi dal 31 luglio scorso giorno della scomparsa lo abbiamo cercato nei pressi del luogo in cui è stato ritrovato e non vi era traccia magari ci sarà sfuggito la prima volta, ma poi...”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl