you reporter

RITORNO IN CLASSE

Il patto “a occhi chiusi” con le scuole

Tante le prescrizioni. Per la merenda chiesta in qualche caso la tovaglietta monouso, a carico delle famiglie

Il patto “a occhi chiusi” con le scuole

Scuola ai tempi del Covid

I protocolli di sicurezza delle singole scuole sono tomi da 100 pagine. Dettagliatissimi, con allegate le planimetrie delle scuole, i vari ingressi, le aree destinate a ricreazione, quelle di isolamento Covid, le normative, i rischi di contagio nelle varie situazioni. In qualche caso pubblicati venerdì scorso, 11 settembre, a due giorni dall’apertura delle scuole. Per i genitori sarà un lungo week end di “passione”. A parte lo studio serrato delle prescrizioni, prima di firmare il “patto di corresponsabilità” chiesto dai dirigenti, tra le varie direttive di questi giorni - giusto per fare un esempio - l’etichettatura di tutto il corredo scolastico: dalle matite, ai colori, alle gomme per cancellare. Il materiale non “riconoscibile” verrà requisito.

Anche andare in bagno non sarà così semplice, davanti ai bagni ci sarà un collaboratore che contingenta gli ingressi e la “ressa” al bagno non sarà più accettata.

Altre novità che - se vogliamo - aumentano non di poco la spesa per il corredo “scolastico” delle famiglie: per la merenda, in qualche caso è stata chiesta la tovaglietta monouso, visto che si consumerà al banco e per non contaminare nulla.

Insomma, nel mare magnum delle indicazioni, ci saranno dimenticanze, stress, leggerezze, frustrazioni. 

Ma andiamo per ordine. Prima di andare a scuola: si misura la temperatura corporea. Se supererà i 37,5 gradi bisognerà effettuare una seconda misurazione. L’alunno con sintomi influenzali dovrà rimanere a casa. Nel caso in cui i sintomi sono compatibili con il Covid, verrà avvisato il pediatra. Saranno loro in tutti i casi, i filtri tra la famiglia, l’Ulss 5 e la scuola. Un lavoro decuplicato per i professionisti di libera scelta. Se i sintomi Covid si presenteranno in classe, ci sarà un’area Covid dedicata. I genitori o i familiari saranno subito avvisati. E sarà avvisato anche il pediatra o il medico di base. Quest’ultimo si confronterà con l’Ulss 5 a cui spetta decretare l’eventuale isolamento della classe.

Gli ingressi. L’orario di entrata a scuola sarà scaglionato. Gli alunni dovranno entrare in classe con la mascherina, preferibilmente chirurgica, anche se tollerata quella “hand made” che circola sempre di più. I genitori rimarranno rigorosamente fuori dalla scuola. Ogni classe sarà dotata di igienizzante. Una volta seduti al banco gli studenti, a un metro di distanza dai colleghi “bocca a bocca”, potranno togliere la mascherina.

In classe. Non si potrà modificare il disegno della classe e dei banchi (con buona pace dei banchi a rotelle). Le mani saranno disinfettate frequentemente. Si provvederà ad arieggiare spess le aule, mantenendo le finestre aperte, sempre compatibilmente con le condizioni climatiche. Le attività canore saranno possibili, sempre che ci sia un distanziamento di 2 metri. In palestra niente palloni, niente attrezzature, ma attività individuali e distanziamento di due metri almeno.

Ricreazione. La ricreazione sarà svolta per quanto le condizioni meteorologiche e la logistica dell’istituto lo consentano, negli spazi aperti. Gli studenti indosseranno la mascherina e consumeranno la merenda (etichettata anche questa!). Caldamente consigliata una tovaglietta monouso per il consumo della merenda in classe.

Le aree di ristoro, con distributori di merende e di caffé, sono permessi al massimo a una persona alla volta. Nell’area ristoro non si potrà consumare il prodotto prelevato, bisognerà allontanarsi e consumare nella propria postazione di lavoro. Per usare i distributori sarà necessario igienizzare le mani.

Accesso dei genitori. Per chi ha figli adolescenti, o comunque autonomi, non sarà un problema, ma per le 8.383 mamme (o papà) degli altrettanti bimbi alla primaria, la distanza dalla scuola sarà un bel boccone amaro da digerire. I

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl