you reporter

La segnalazione

I vandali attorno alla Rotonda

Adolescenti schiamazzano, urinano sui muri e suonano i campanelli delle abitazioni

I vandali attorno alla Rotonda

Un forte disagio che rimane tuttora senza fine, quello dei residenti in via IV Novembre in pieno centro storico di Rovigo. Nella via, che conduce dalla caserma dei Carabinieri al Tempio della Beata Vergine del Soccorso “La Rotonda”, si ripresentano da anni spiacevoli episodi che minano la sicurezza e la tranquillità dei residenti. La strada, infatti, è teatro di una preoccupante “movida” notturna che vede come protagonisti dei ragazzi, perlopiù adolescenti, che compiono atti vandalici alle strade, alle case e sembrano essere inarrestabili dinnanzi a qualsiasi limite. “Spesso - racconta un esasperato residente - la strada diventa scenario di gare clandestine tra veicoli a due ruote, visivamente e sonoramente truccati, che sgommano lungo il rettilineo circolando a qualunque ora e che, insieme agli incitamenti degli altri ragazzi del gruppo, creano un enorme disturbo acustico. Non solo i motocicli, ma anche le autovetture, dalle 22 in poi, sfrecciano a velocità folli dilettandosi in frenate e gare d’accelerazione”.

Oltre alla pericolosità dei loro passatempi caotici e fuori luogo, gli stessi ragazzi, ma anche adulti, non mancano nel lasciare i loro rifiuti su tutti i davanzali delle abitazioni. “A volte appoggiano carta o plastica, ma più spesso sono bottiglie di vetro che, all’apertura delle persiane, cadono e fanno danni”. La vista di una casa disabitata del circondario, non pone freno agli episodi di inciviltà: porta sfondata, muri imbrattati, messa totalmente a soqquadro. Pare che non siano serviti a nulla i cartelli di avvertimento che denunciavano la pericolosità della struttura con il tetto demolito perché i ragazzi imperterriti ci si addentrano saltuariamente per giocare agli avventurieri.

“Noi residenti, che abbiamo bambini piccoli che dormono, anziani stanchi, lavoratori… Appariamo come dei fantasmi. Siamo derisi quando alziamo la voce, inascoltati nei nostri reclami e se qualcuno scende per strada rischia di trovarsi vittima di danni alla propria proprietà: hanno arrecato diversi danni a residenti per mezzo di petardi depositati volontariamente all’interno della cassetta delle lettere”. Inutili sono anche i tentativi di intervento da parte delle forze dell’ordine perché, una volta arrivate sul posto, gli indisciplinati ospiti spariscono non facendosi mai trovare. E’ una situazione divenuta davvero insostenibile per i residenti che non trovano una soluzione. Il racconto della notte continua: “I campanelli poi vengono suonati svariate volte durante le ore notturne e le nostre case sono diventate come un’attrazione turistica. Danni ad oggetti, orinatoi a cielo aperto, circuiti per gare notturne, davanzali presi come tavoli da bar”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Max61

    19 Settembre 2020 - 08:08

    Questo è l'ennesima situazione che sottolinea il pieno fallimento della politica cittadina, delle forze dell'ordine che pur sapendo che in Via Quattro Novembre, Piazza xx Settembre e Piazzale Soccorso, sono diventate zone di ritrovo di piccoli e grandi delinquenti non fanno nulla per riportare queste zone tranquille, poi sottolineerei il fallimento dei genitori di questi ragazzi che non sanno insegnare l'educazione e il rispetto verso le cose e le persone.

    Rispondi

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl