you reporter

IL PERSONAGGIO

Anche una polesana sfila sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia

“Un’esperienza unica: ho incontrato persone di calibro internazionale. Ma quanto stress...”

Anche una polesana sfila sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia

Anche una polesana ha sfilato sul red carpet della Mostra del cinema di Venezia. Lei è Doris De Palo, classe ’95, nata a Voghera ma trasferitasi a Rovigo ad appena 6 mesi, dove è cresciuta ed rimasta fino alla maturità scientifica ottenuta al liceo Paleocapa.

In città Doris ha studiato alla scuola primaria Miani, poi alle Parenzo e ha frequentato anche il conservatorio Venezze. Quindi si è avvicinata al mondo della moda all’età di 16 anni, e da allora i successi e i riconoscimenti non sono mai mancati.

Terminati gli studi, Doris ha deciso di trasferirsi a Milano dove ha iniziato a lavorare come modella a tempo pieno anche all’estero. Dopo aver sfilato in Cina, a Miami, a Dubai, in Marocco e in molti altri stati, ha partecipato lo scorso anno alle finali di Miss International, il concorso di bellezza più famoso al mondo che ospita le rappresentanti di ben 66 Paesi, dove ha ottenuto una visibilità davvero mondiale, tanto che nelle scorse settimane è stata invitata alla Mostra del cinema di Venezia.

“All’ultimo, anche se già mi era stato accennato un mese fa, mi è stato chiesto di partecipare alla Mostra del cinema come ospite - racconta la stessa Doris - ho assistito alla première del film ‘Nuevo order’ nella serata di giovedì e ‘Arasinda-In between dying’ il venerdì pomeriggio. Come esperienza è stata davvero a se - continua la modella, che svela anche alcune curiosità - sicuramente adrenalinica e anche un po’ stressante, visto che i ritmi erano serratissimi. Se non si arrivava in tempo o si era in ritardo con trucco e parrucco, a differenza delle sfilate che si può alla peggio uscire al turno successivo, si perdeva il red carpet. Il trucco è stato fatto dal team di truccatori di Armani Beauty mentre i capelli da Kerastase Italia. Gli abiti che ho indossato sono del designer milanese ‘haute couture’ Diamond Luisant, che stimo molto come talento e come persona e di cui adoro lo stile rinascimentale. Il suo atelier si trova in piazza San Babila, e il brand segue molto la tendenza del momento in quanto è anche ecosostenibile, vegan ed etico”.

“Dopo il red carpet e la première - prosegue la ragazza - il mio tour è proseguito in party esclusivi sponsorizzati dal circolo Campari ‘Films on boat’. Ho avuto il piacere di confrontarmi con personaggi, anche internazionali, anche se chiaramente, a causa del Covid, era tutto molto ridotto e la mascherina sul ‘red’ era davvero un incubo. Si poteva togliere solo per i flash dei fotografi. Sono stata molto contenta e lusingata di aver partecipato - conclude - è stata un’esperienza che sicuramente non dimenticherò”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl