you reporter

ROVIGO

Rinasce l'ex ospedale Maddalena, lavori al via a primavera

Da Roma è arrivato il sì ufficiale al progetto da 13 milioni di euro che rivoluziona la Commenda

Rinasce l'ex ospedale Maddalena, lavori al via a primavera

L'ex ospedale Maddalena

Il sì di Roma, via pec, è arrivato ufficialmente nei giorni scorsi. La presidenza del consiglio ha approvato il finanziamento per la riqualificazione dell’ex ospedale Maddalena e l’iter per concludere un’opera in 47 mesi, ovvero 3 anni e 9 mesi, è avviato a Palazzo Nodari.

Gli uffici del Comune, con il settore Lavori Pubblici in prima linea, sta lavorando al progetto esecutivo. L’avvocatura e la segreteria generale, invece, stanno predisponendo gli atti per la cessione dell’immobile da parte delle ditte Reale e Cefil al Comune.

Il progetto del Comune di Rovigo, infatti, si basa anche sull’intesa con i privati, le ditte Reale e Cefil, titolari dell’ex ospedale, da cui il Comune acquisterà l’immobile e i due terzi del parco da anni off limits per i rodigini.

"Dalla prossima primavera - è questo il cronoprogramma illustrato dall’assessore Giuseppe Favaretto - potranno partire i lavori. Il progetto esecutivo verrà redatto da personale interno, tranne che per le parti più specifiche". Poi il Comune avrà 48 mesi per concludere l’opera e ridare alla Commenda un nuovo volto. Già, perché la riqualificazione dell’ex ospedale Maddalena prevede anche e soprattutto il rifacimento delle strade di tutto il quartiere.

Per quanto riguarda l’ultimo piano, che secondo il progetto iniziale sarebbe rimasto "grezzo" per mancanza dei finanziamenti statali, Favaretto rimane sul vago, ma è possibilista: "Vediamo se chi sarà incaricato del progetto esecutivo delineerà il grado di finitura dell’edificio e delle strade che ci interessano molto".

Il progetto prevede la sistemazione di un quadrante di strade della Commenda Ovest, e il recupero dell’ex ospedale Maddalena. La nuova convenzione, a differenza di quella originaria, prevede che il finanziamento venga erogato (una volta approvato il progetto), ad avanzamento lavori. Non più prima di cominciare l’opera come era nei piani originari. Dovrà essere il Comune, quindi, a pagare i primi lavori e i primi cantieri, per poi farsi rimborsare dal governo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl