you reporter

DEGRADO

"Erba alta, fate meno multe e più sfalci"

La rabbia di un residente: "Topi e insetti a due passi dalla casa di mia madre. Ma nessuno mi dice quando si interverrà"

"Erba alta, fate meno multe e più sfalci"

Cento giorni con una foresta a due passi da casa, dove proliferano bisce, topi e insetti. Ma di fronte alle rimostranze, inviate al Comune, un cittadino di Sant’Apollinare si è sentito rispondere che sarà staccata una multa a carico del proprietario dell’area in questione, lasciata nell’incuria. “Ma io che me ne faccio di una multa al mio vicino? Io voglio che il problema venga risolto, che l’erba venga tagliata”, l’amaro sfogo del residente.

Anche perché il problema non riguarda lui direttamente (e già di certo sarebbe fastidioso) ma l’anziana madre, che vive nel centro della frazione di Sant’Apollinare. Confinante con la proprietà della donna, c’è un’altra proprietà privata in cui da tempo nessuno provvede allo sfalcio dell’erba.

“La mancanza di sfalcio dell’erba oltre a creare una situazione indecorosa di fatto mette anche a rischio la salute pubblica - riferisce il residente - per il proliferarsi di insetti ed animali di varia specie”. Per questo, nel giugno scorso, l’uomo ha scritto al Comune di Rovigo per segnalare lo stato di abbandono della zona, e chiedendo un intervento. Ma “a quasi 100 giorni dalla mia segnalazione - si lamenta - nulla è stato fatto e la situazione reale è degenerata”.

Il tutto nonostante - ricorda - “esistano ordinanze sindacali che obbligano a mantenere pulite le aree cortilive. Ma le ordinanze devono essere fatte rispettare - scrive il residente - con tutti gli strumenti a disposizione della pubblica amministrazione, compresa la possibilità di obbligare allo sfalcio il privato e in caso di mancato rispetto da parte del destinatario dell’ordinanza, il Comune dovrebbe procedere all’attività con addebito dei costi al proprietario dell’area”.

Invece, “il funzionario del Comune da me interpellato diverse volte telefonicamente mi conferma che la segnalazione è stata presa in carico e che verrà comminata una multa ai proprietari. Ma della risoluzione del problema non sa dirmi altro. Il mio scopo non è certamente l’applicazione di una multa - ribadisce il figlio della residente - ma lo stato di abbandono dell’area coinvolta per di più in presenza di fasce deboli che abitano il vicinato, persone anziane. Alla sera è impensabile rimanere all’aperto per la presenza di insetti ed animali notturni con il rischio, ribadisco, della salute delle persone”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl